logo e-dicol@
Premio formazione 2000Anteprima Magazine Business newsletter economica dedicata agli operatori del settore industriale, terziario e agricolo che sviluppano i loro affari anche all'estero.
Vincitore del premio formazione 2000 Regione Lombardia, AFG - IFG
Anteprima  Magazine Business
Anteprima Magazine Business
n° 3/99

mailAnteprima

sommario

agricoltura
Le agevolazioni per i giovani della Legge 135

europa
Programmi comunitari, le prossime scadenze

europa
Promosso il pomodoro geneticamente modificato

europa
Fondi strutturali per le aree arretrate

europa
Aiuti strutturali ai Paesi candidati Ue

fiere
Gli indirizzi utili

formazione lavoro
Chiuso il procedimento europeo sugli aiuti all'occupazione in Italia

schede paese
Vietnam

Indice dei numeri pubblicati | Torna ad E-dicol@ |

Europa

Promosso il pomodoro geneticamente modificato

Ha superato il test del Comitato scientifico Ue

Il Comitato scientifico per i prodotti alimentari dell'Ue ha approvato la sicurezza dei prodotti derivati dalla lavorazione di pomodori geneticamente modificati, sulla base delle procedure esposte nel regolamento dell'Ue per i nuovi prodotti alimentari.
Tale decisione fa seguito ad una richiesta di commercializzazione di una varieta' di pomodoro da riservare unicamente alla lavorazione avanzata da Zeneca UK. In fase di maturazione, infatti, il pomodoro si ammorbidisce meno rapidamente rispetto a quelli non geneticamente modificati e cio' costituisce una caratteristica preferenzaile per la lavorazione. Il frutto e' tuttavia considerato di gusto sgradevole e pertanto non lo si ritiene idoneo ad essere consumato crudo.
Il pomodoro viene lavorato con un trattamento termico che rende biologicamente inattivi i geni modificati ed i loro prodotti proteici; il Comitato ha quindi concluso che questi pomodori sono sicuri per i consumatori quanto i prodotti derivati dai frutti convenzionali. La Ce elaborera' ora una bozza di decisione che autorizza la commercializzazione di questi pomodori, che verra' presentata agli Stati membri perche' questi possano decidere a maggioranza qualificata se seguire o meno l'opinione del Comitato.

Dati Anteprima.net