logo e-dicol@
Premio formazione 2000Anteprima Magazine Business newsletter economica dedicata agli operatori del settore industriale, terziario e agricolo che sviluppano i loro affari anche all'estero.
Vincitore del premio formazione 2000 Regione Lombardia, AFG - IFG
Anteprima  Magazine Business
Anteprima Magazine Business
n° 2/99

mailAnteprima

sommario

editoria
Nasce una nuova rivista

europa
Agenzie di controllo sull'olio d'oliva

europa
I programmi Ue attivi

europa
Commercio elettronico piu' facile

europa
Norme severe per l'acqua potabile

gestione ambientale
I sistemi Emas e Iso 14001

gestione ambientale
Certificazione ambientale, saperne di piu'

vendite internazionali
Cosa fare quando si inviano materie prime nei Paesi Ce

schede paese
Spagna

informazioni
Per avere maggiori informazioni sui temi trattati su questo numero della rivista

Indice dei numeri pubblicati | Torna ad E-dicol@ |

Vendite internazionali

Cosa fare quando si inviano materie prime nei Paesi Ce

Informazioni sui beni inviati in conto lavorazione

La corretta procedura fiscale e doganale che le aziende nazionali devono adottare nel caso di invio all'estero di materie prime, componenti o semilavorati, e' stata oggetto, negli ultimi anni, di particolari controlli da parte di varie branche dell'amministrazione finanziaria. Gli adempimenti per il committente, identificato in Italia ai fini Iva, sono i seguenti: 1) il mittente/committente nazionale spedisce le materie prime, i componenti, i semi-lavorati o simili che invia in conto lavorazione ad un operatore individuato in Ce con un semplice documento, senza rilevanza fiscale, di consegna al destinatario; 2) gli estremi dell'invio devono essere riportati sul registro di carico e scarico; 3) la movimentazione dovra' essere indicata sul modello Intra 1 bis a fini esclusivamente statistici. Successivamente, il prestatore comunitario, a lavorazione eseguita, restituira' il prodotto ottenuto dopo lavorazione/trasformazione/riparazione al committente ed emettera' fattura senza addebito d'imposta: questa fattura sara' dal soggetto nazionale integrata con l'Iva nazionale e registrata secondo le modalita' ed i termini di cui all'art. 46 e seguenti della legge 427/93. Il ritorno del prodotto ottenuto dovra' risultare sul registro di carico/scarico; il committente nazionale dovra' far risultare il ritorno della merce ottenuta sul modello Intra 2 bis a fini esclusivamente statistici. Per maggiori informazioni: semprini@anteprima.net

Dati Anteprima.net