Riceviamo&Pubblichiamo - M5S: "Il Pd sospende la democrazia"

Questa sera a Riccione il consiglio comunale deciderà sull'ammissione del referendum contro il Trasporto Rapido Costiero (TRC) promosso dal locale comitato che in 10 giorni ha raccolto oltre 4mila firme (contro le 2.500 richieste). 

Probabilmente, al netto di sorprese dell'ultima ora, la richiesta verrà bocciata proprio da chi lo strumento del referendum l'ha cavalcato: ricordate il candidato non ancora sindaco Gnassi sul palco ad appoggiare i referendum per l'acqua e il nucleare il venerdì prima del ballottaggio che sancì la sua elezione? 

Ebbene il PD che usa i referendum pro domo sua quando sono strumenti politici, li rifiuta sdegnosamente bquando sono strumenti per decidere le sorti di un'opera inutile - un senso unico alternato costosissimo - 
che andrà a ricadere in un momento drammatico della vita economica dei cittadini sulle già ripulite tasche dei contribuenti. 

Anche in comune a Rimini giace un'analoga richiesta di referendum chiesta dal M5S che aspetta che la giunta e il consiglio comunale nomini il comitato dei garanti e che gli inciucisti vogliono come al solito di nomina politica. Per questo invitiamo chi può ad appoggiare con la propria presenza a Riccione questa sera in consiglio comunale la lotta del Comitato NO TRC per l'accoglimento del referendum. 

Anche se non dovesse passare potrete sempre raccontare a voi stessi, quando sarete costretti a subirne le conseguenze in termini di oneri tributari, di averci almeno provato e potrete giustificarvi nei confronti dei vostri figli e nipoti. Si perchè i debiti costituiti da queste amministrazioni incapaci non si esauriranno con una generazione.

M5S - Rimini

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net