Mondiali Master di Nuoto/ Primi riccionesi in gara nei tuffi e nella pallanuoto

Il 4 giugno, secondo giorno di competizioni nella pallanuoto e primo nei tuffi, è il giorno in cui scendono in campo i primi rappresentanti locali in questi mondiali. L’onore e l’onere tocca a una tuffatrice della Polisportiva Comunale Riccione, Viola Tecchi, che nella categoria Master 29, alle 9.40, salterà dal trampolino da un metro. La Tecchi parteciperà anche alle gare dal trampolino da 3 metri e dalla piattaforma. Da vera stakanovista, si esibirà anche nel sincro (da tre metri e dalla piattaforma) con Cristina Cicchetti. La Cicchetti, che è campionessa del mondo master in carica nel sincro (ma con un’altra compagna), ha già detto che partecipa per puro spirito di competizione perché “gli impegni professionali e di studio non mi consentono più di allenarmi con continuità”.

Per vincere una medaglia nei tuffi la PolCom Riccione punta sull’italospagnola Alicia Carretero, ex professionista a livello mondiale e attuale responsabile tecnico della squadra tuffi della PolCom. Alicia gareggerà in tutte e tre le specialità nella categoria Master 35/39.

Sono tutti maschi gli altri tuffatori della PolCom in questi mondiali. A partire da Marco Facchini e Federico Nardi (M30/34), primi a tuffarsi nei singoli, fra i maschi, il 4 giugno alle 11.15 sempre da un metro. Anche loro si tufferanno nei giorni seguenti dai 3 metri e dalla piattaforma. Da un metro e dai 3 metri si tufferà Giorgio Curzi (M45/49); da un metro e dalla piattaforma si schiera Marco Mencoboni (M50/54). Tra gli M35/39, Maurizio Balzi, Francesco Galeano, Filippo Saulle, Stefano Segalini salteranno da 1 e 3 metri. Esibizioni solo dalla piattaforma per Stefano Corrà (M40/44) e Francesco Stefanon (45/49). Tuti questi “ragazzi”, in ogni caso, sono iscritti a coppie nelle gare di tuffi sincro sia dai tre metri, sia dalla piattaforma.

Considerando che molti di loro si dovranno confrontare con atleti come l’olimpionico spagnolo Carles Guinovart e l’ex azzurro Francesco Priori (ambedue M35/39) si capisce quanto dure possano essere le loro gare O come il romano Simone Orioli giunto alla sua quinta partecipazione ai mondiali master. Per di più, ad osservarli a bordo vasca, c’è Dimitri Sautin. Il russo è il tuffatore che, al mondo, ha vinto più medaglie olimpiche: ben otto, l’ultima a Pechino 2008 nel sincro da tre metri.

E la pallanuoto? La squadra della Polisportiva Comunale è nella categoria M 35 e se la deve vedere il 4 giugno  alle 11 con i venezuelani Tiburones. Il giorno dopo, alle 10, con la Pallanuoto Brescia, squadra nella quale gioca Alessandro Bovo, oro alle Olimpiadi di Barcellona ’92 e ai mondiali di Roma ’94, nonché due volte campione d’Europa a Sheffield ’93 e Vienna ’95. Sarà dura.

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net