Cultura/"Crustumium" e San Giovanni riscopre le radici

San Giovanni in Marignano - Domani pomeriggio alle 17,30 nella sala consiliare del Comune in via Roma 59, si tiene la seconda presentazione di "CRUSTUMIUM". Si tratta della carta archeologica del territorio di Cattolica e di San Giovanni in Marignano e del relativo volume scritto dalla dottoressa Cristina Ravara Montebelli che spiega storia e senso dei ritrovamenti antichi che risalgono anche ad epoche pre-etrusche. Secondo lo storico romano Plinio il Vecchio, infatti, questo territorio, a quel tempo facente parte della Gallia Togata, era stato colonizzato dalle tribù dei Siculi e dei Liburnii prima degli Umbri, degli Etruschi e dei Galli.

La prima giornata di presentazione, tenutasi il 31 marzo, si è soffermata sulle caratteristiche archeologiche del territorio cattolichino. In quella di domani, si analizzeranno i reperti trovati nel marignanese e in particolare nella villa di Castelvecchio, primo nucleo abitativo della moderna San Giovanni, che comprendeva impianti artigianali, magazzini e abitazioni civili. "Questa doppia presentazione - afferma Claudia Montanari, assessore alla Cultura e vicesindaco del Granaio - è l'inizio di un lavoro di recupero culturale che ha, come fine, quello di portare all'evidenza storia e archeologia di San Giovanni e Cattolica, anche per poter spendere la carta della cultura in ambito turistico".

Al pomeriggio di studi interverranno Antonio Rocco Carile, Maria Lucia De Nicolò e Dario Giorgetti, noti studiosi e storici dell'Università di Bologna. Partecipano anche Pietro Pazzaglini, sindaco di Cattolica e Claudia Montanari, assessore alla cultura del Comune di San Giovanni in Marignano oltre a Cristina Ravara Montebelli, autrice del libro e Joseph Franzò, elaboratore della carta archeologica.

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net