Cultura/ Cori "internazionali" a S. Giovanni in Marignano

"Un'attività internazionale meritoria, che porta il nome di San Giovanni in Marignano all'attenzione di tante cittadine europee". E' questo il commento del vicesindaco e assessore alla Cultura del Granaio, Claudia Montanari, riguardo all'ennesimo concerto corale internazionale organizzato dal Chorus Marignanensis e patrocinato dal Comune. Domenica 8 luglio alle 21,30, nella chiesa di San Pietro, con ingresso gratuito, si esibisce l'Ensemble Choral Mixte Crescendo di Bron (Francia), diretto dal maestro Jean-Michel Blanchon. Al pianoforte, Nicolas Longo, un nome molto quotato fra i musicisti francesi delle ultime generazioni. Il Chorus Marignanensis, diretto da Don Leonardo Gabellini con all'organo Gianmarco Mulazzani, farà gli onori di casa eseguendo un repertorio misto, alternando ai classici pezzi a tema religioso come l'Alma Redemptorum e il Cantabo Domino, brani tratti da opere liriche e colonne sonore di Ennio Morricone.

Questo concerto corale segue il quinto Festival Internazionale "Cantate Adriatica", sempre organizzato dal Chorus Marignanensis con l'associazione Music & Friends di San Marino, che il 18 maggio vide alternarsi sul palco della chiesa di San Pietro, cori provenienti da Francia, Germania e Italia. E viene dopo l'accompagnamento allo Stabat Mater del soprano giapponese Reiko Higa in occasione del concerto del 26 maggio al santuario di Trebbio di Montegridolfo. "Questo coro tutto al femminile, formato da una trentina di coriste fra i 30 e i 65 anni - chiosa Montanari - E' la dimostrazione di come si possa fare cultura ad alto livello basandosi su passione e volontariato. Per questo l'amministrazione segue sempre con interesse le iniziative di questa realtà".

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net