Polemica politica/ Il Comune di S. Giovanni Marignano risponde alle accuse

"Non è vero che la giunta non mantiene le promesse elettorali e che a pagare sono sempre i soliti". Odoardo Gessi, assessore al bilancio, risponde così agli attacchi contro l'amministrazione apparsi sulla stampa nei giorni scorsi. "Con il bilancio 2007 approvato dall'amministrazione comunale e la maggioranza politica che la sostiene, si è scelto di salvaguardare e migliorare i già ottimi servizi che il Comune eroga ai propri cittadini - afferma Gessi - Per fare ciò quest'anno, oltre ad avere tagliato circa 100mila euro di spesa corrente, abbiamo sì portato dallo 0,12 allo 0,40 l'addizionale Irpef, ma abbiamo allo stesso tempo esentato il 96% dei pensionati ed oltre il 40% degli altri redditi, portando il limite di esenzione per tutti a 15mila euro il che corrisponde ad una restituzione di oltre 75mila euro per i redditi più bassi".

"L'aumento del 18% della tassa sui rifiuti - continua Gessi - è un impegno che ci ha consentito di coprire il totale costo del servizio e di raggiungere e superare la soglia del 35% di raccolta differenziata con notevole beneficio per l'ambiente. Ricordo che sono totalmente esentati gli anziani con reddito basso. Abbiamo chiesto ad Hera più chiarezza sui costi, miglioramento del servizio e più disponibilità verso i cittadini. Tagliare i 147.000 euro delle manifestazioni, come qualcuno avrebbe voluto, non sarebbe servito a tagliare l'addizionale, in quanto eventi e manifestazioni sono in gran parte finanziati da sponsorizzazioni. Per cui: niente manifestazioni, niente entrate da sponsor. Sarebbe discutibile, ad esempio, cancellare un evento come la Notte delle Streghe. Come non sarebbe servito al bilancio di quest'anno non fare gli spogliatoi del campo in erba sintetica, perchè i 410mila euro previsti sono finanziati con un mutuo la cui rata inciderà a partire dal 2008".

"L'Amministrazione comunale - conclude Gessi - ha scelto quindi la strada di garantire la qualità dei servizi primari: posti per tutti all'asilo nido; efficienza e qualità dei trasporti e della mensa; eccellenza della Casa Protetta; fondo sociale aumentato di 80mila euro; valorizzazione turistico - culturale del territorio. Siamo consapevoli delle difficoltà economiche di alcune famiglie e persone e siamo attenti a consigli e suggerimenti su come migliorare l'azione amministrative. A patto che si evitino strumentalizzazioni e demagogie che nulla hanno a che fare con i veri problemi dei cittadini".

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net