Amministrazione pubblica/ Accordo fra Comune di S. Giovanni in M. e GDF

L'amministrazione comunale, come altri Comuni del circondario, ha firmato un protocollo d'intesa col comando provinciale della Guardia di finanza con l'obiettivo di misurare la capacità contributiva dei soggetti destinatari di prestazioni sociali agevolate. In pratica, si tratta di verificare la veridicità della documentazione che viene presentata da chi richiede aiuti pubblici: dai contributi per pagare l'affitto e le bollette a quelli di assistenza e beneficenza, fino alle detrazioni per la Tarsu e l'Ici e l'integrazione della retta per la Casa Protetta.

"In base a questo accordo - afferma il sindaco Domenico Bianchi - il Comune si impegna a fornire alla Guardia di finanza i nominativi di beneficiari sui quali emergono dubbi fondati sulla veridicità della dichiarazione, aggiungendo, se richiesta, anche tutta la documentazione necessaria e l'assistenza del caso". Dal canto suo, la Guardia di finanza effettuerà i controlli sui beneficiari segnalati. "E' un atto dovuto - conclude Bianchi - E, per i cittadini, è la garanzia che i soldi pubblici, che sono di tutti noi, andranno realmente a chi ne ha bisogno".

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net