Cultura/ La Toscana apre al pubblico i suoi "luoghi insoliti"

Da martedì 8 settembre e fino al successivo martedì 15 sarà possibile prenotare visite a tre "luoghi insoliti" di Firenze, di proprietà della Regione Toscana, che saranno straordinariamente aperti (dalle 9 alle 13) domenica 20 settembre su iniziativa della Regione e sotto la guida del Fai (Fondo ambientale italiano) e dell'associazione Amici dei musei fiorentini (Amf). I "luoghi insoliti" sono il Palazzo Sacrati Strozzi, in piazza Duomo, costruito agli esordi del XVII secolo sulle case medievali della Famiglia Bischeri, oggi sede della presidenza della Regione Toscana; la casa Rodolfo Siviero, in Lungarno Serristori, dov'è collocato l'omonimo museo con opere appartenute allo "007 dell'arte"; il Museo di storia della sanità toscana, in Borgognissanti, dov'è organizzato un singolare percorso con arredi, suppellettili, quadri, ferri chirurgici. Le prenotazioni si accettano per telefono (055 4385616) o per posta elettronica (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) con maggiori dettagli dedicati ai tre luoghi su www.regione.toscana.it/luoghinsoliti Le stesse visite saranno poi ripetute in due domeniche autunnali: il 18 ottobre e il 15 novembre con analoghe modalità di prenotazione.

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net