Sport/ Progetto disabili per la Polisportiva Comunale di Riccione

Sabato 6 ottobre, allo stadio del nuoto, è stato presentato dalla Polisportiva Comunale Riccione il progetto "Attività Motorie per Ragazzi Diversamente Abili" che coinvolge, per ora, le società della Tender Basket Riccione e del Nuoto Riccione. E' un'iniziativa che partirà il 15 ottobre e si inserisce nel solco delle esperienze maturate in questo campo da Marco Calamai e dal suo gruppo di operatori. Calamai, ex giocatore ed ex coach di basket A1, dal '95 ad oggi ha dato vita al progetto "Sport Handicap" che mira a portare sui campi da gioco di pallacanestro ragazzi con disabilità psichiche. La sua inziativa, partita da Bologna (sponda Fortitudo), è poi approdata a Milano, Pavia, Rimini, Cattolica, San Giovanni in Marignano e oggi, Riccione

"Data la natura della nostra società - ha spiegato Massimo Pironi, presidente della Polisportiva Comunale - il nostro sforzo sarà quello di allargare gli spazi per i ragazzi diversamente abili anche in altre discipline che non siano il nuoto e il basket. Ci concentreremo soprattutto sui minori autistici e con problemi psichici, puntando al coinvolgimento delle famiglie". In conferenza stampa è intervenuto anche Andrea Tullini, responsabile del reparto di neuropsichiatria infantile dell' Asl di Rimini, affermando che "il baket ha dimostrato di avere una forte valenza terapeutica e l'attività di allenamento sembra essere particolarmente efficace nella cura dei soggetti. Riteniamo cha anche il nuoto possa avere la stessa valenza. Inoltre può aiutare nella pratica fisica anche i ragazzi che temono lo scontro fisico".

Sotto la guida di Calamai opereranno Filippo Barosi, psicologo e responsabile del progetto per l'area basket e Marco Squadrani, che avrà la responsabilità del progetto in piscina. I due hanno ribadito che si lavorerà integrando più possibile ragazzi diversamente abili con normodotati e lo si farà "tenendo conto che ci si occupa di bambini che hanno una sindrome di down o autistica, non di bambini down e autistici". Una sottile differenziazione per far capire che si è coscienti di avere a che fare con persone con un problema, ma non per questo irrecuperabili.

Alla conferenza stampa era presente Alessandro Casadei, assessore allo Sport del Comune di Riccione che ha sottolineato "quanto sia importante che una realtà come la Polisportiva Comunale Riccione investa anche nel sociale. Nello sport tutti hanno diritto di partecipare. Iniziative come queste riescono a rispondere a questa esigenza che, per me, è un imperativo. Ed è bello che questa presentazione cada proprio il giorno prima della giornata dedicata all'abbattimento delle barriere architettoniche".

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net