Le buone notizie/ La Sorvex, un'azienda in crescita, attenta al sociale

Nel panorama non proprio felice dell'imprenditoria riminese di quest'ultimo periodo, non mancano esempi di nuove aziende che stanno cominciando a riscuotere un indubbio successo sul mercato. Aziende che spesso e volentieri si contraddistinguono per essere molto attente all'innovazione, al sociale ed ai nuovi mercati. Una possibile positiva risposta alla crisi, e alla fuga di capitali e cervelli all'estero.

Una di queste aziende è la Sorvex di Santarcangelo (la sede è in via Dante di Nanni). E' una Srl nata il 26 gennaio 2009, formata da 24 soci che detengono 30 quote di capitale per un capitale sociale di 60mila euro. "Ogni socio ha poi messo altri 3mila euro a testa per iniziare l'attività di studio, ricerca, produzione e commercializzazione del primo anno" - spiega Amato Mannocchi, commercialista santarcangiolese, volto notissimo nella città Clementina, che della Sorvex è stato ideatore e convinto propugnatore coadiuvato da un valido e giovane esperto del settore ,l'ingegner Stefano Lilla e da un pratico ed abile commerciale, Demetrio Cavalli.

Mannocchi voleva una società agile, che si occupasse di materiali e fonti d'energia rinnovabile. Infatti, al centro del core business della Srl ci sono fotovoltaico, solare, illuminazione a risparmio energetico, isolamento termico, cogenerazione, geotermia e certificazioni energetiche. In pratica, tutte quante le energie alternative. "Il primo anno - continua Mannocchi - non ci aspettavamo niente di che, anche perchè siamo stati impegnati più nello studio e nella ricerca che nella produzione e nella commercializzazione. Invece, a fine 2009, abbiamo avuto trattative per un giro d'affari di 250mila euro. E alla fine di questo 2010 il giro d'affari sarà attorno al milione d'euro".

L'azienda si occupa principalmente di commercializzare prodotti nel campo delle energie alternative "Ma abbiamo anche iniziato la ricerca su un particolare tipo di co-generatore - dice Mannocchi - e se tutto andrà per il meglio, potremmo anche decidere di produrlo in proprio". Una cosa che potrebbe richiedere l'arrivo di forze fresche all'interno della società che ha già assunto diversi collaboratori tecnici e commerciali. "Infatti l'idea è questa - afferma Mannocchi - Noi abbiamo un'idea precisa della responsabilità "sociale" che ha un'impresa. Ci rivolgiamo a tutti: privati, attività produttive, amministrazioni pubbliche, professionisti, strutture ricettive… ma non ci interessano i grossi utili. Quanto piuttosto far capire l'enorme cambiamento positivo che le energie alternative possono portare a tutto il Paese e far nascere un mercato solido in questo campo, non drogato dagli incentivi. Vorremmo far capire che possiamo risparmiare tantissimo, preservando l'ambiente e la salute di noi cittadini".

Attualmente la Sorvex ha numerose piccole e medie imprese come clientela principale, alle quali fornisce illuminazione ed energia da fonti alternative fino al 100 per 100 del fabbisogno. "Per far capire al meglio le potenzialità dei nostri prodotti - prosegue Mannocchi - stiamo anche tenendo dei corsi agli artigiani del montaggio e dell'assemblaggio, perchè imparino ad utilizzare al meglio le nostre tecnologie". Insomma, un'azienda in rampa di lancio, in un mercato favorito dalle recenti leggi nazionali ed europee sul risparmio energetico, pronta ad ampliare i propri orizzonti. "Siamo in trattativa con un'azienda della Sardegna per fornirla d'impianti eolici di piccola taglia - conclude Mannocchi - vedremo cosa fare. Lì c'è stato il noto scandalo legato alla politica e le cose sembrano non aver ancora preso la strada corretta. Ma noi siamo pronti".

Valerio Massimi

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net