Rimini/ Ma di che cosa e con chi parlerà Napolitano?

Berlusconi_spiegaDomani sarà in visita a Rimini il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. E' sicuramente un personaggio fuori dal comune nell'Italia del terzo millennio. Il capo dello Stato, quasi novantenne, ex comunista, (ma da sempre il meno comunista dei comunisti), riesce misteriosamente ad essere simpatico ad un popolo totalmente cafone, e ormai privo di ogni riferimento intellettuale, proprio per la sua estraneità ad ogni cafonaggine.

E' stato, e non lo ostenta, uno dei grandi dell'Italia del dopoguerra. Andò a Londra a salutare il morente Piero Sraffa, uno dei più autorevoli economisti del '900, così come andò a festeggiare il compleanno di Eric Hobsbawn. E' stato amico del mitico studioso del medio evo Delio Cantimori, di Einaudi e di mille altri. In questi anni la sua vita a Roma, a contatto con Berlusconi ("Romolo e Remolo"), Bossi e i suoi grugniti, Bersani e il suo sigaro, D'Alema e le sue barche, Calderoli, Previti ecc. ecc. deve essere stata poco simpatica.

Ma a Rimini? Certamente Gnassi e Vitali non hanno la minima idea di chi siano, o chi siano stati, Sraffa, Hobsbawn o Cantimori. Al massimo, come si conviene ai tempi odierni, gli parleranno della "notte rosa" e Napolitano, sicuramente, da gentiluomo annuirà mostrandosi anche interessato. E' probabile e augurabile che a questo punto gli porteranno Tonino Guerra e Sergio Zavoli. Con questi almeno avrà qualcosa da dire. (Nella foto: il Cavaliere spiega a Napolitano la storia di "Romolo e Remolo").

E.B.

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net