Satira/ Torna a colpire "er Pasquino de noantri"

E' tornato a farsi vivo con noi lo "stornellatore romano", lo stesso personaggio che, l'11 febbraio scorso, in pieno Rubygate, ci invio un sonetto in stile Trilussa. Stavolta è presa di mira la manovra economica. E, forse, siamo più in casa del Belli...

 

Le Leggi Nòve (er nano al Vaticano)

Hai tempo a mutà pesi a la bilancia,

ch’ar fin de conti a noi, pesa e ripesa,

ce tocca sempre de parà er didietro

sotto a li cazzi der nano e de SanPietro.

Qualunque legge nova avemo inteso,

nun dubbità, tutt’hanno er su pertugijo.

Dunque! O pagà o morì quest’è le sscienze

che c’empara la tivù cchò lle su gganze!

Er nano e li su amici magnaccioni

so belli e boni a maneggià li sordi,

ma ppe fà bone leggi, sti du cojioni !

Lo so er nano, lo so, come s’arrampica:

Lui se fa fforte co sti du proverbi:

chi sferra inchioda e chi cammina inciampica!

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net