Economia/ Anche Moody's ci tiene sott'occhio

affondaCon preoccupante puntualità, dopo il nostro articolo “Sotto il vulcano” del 18 giugno 2011, Moody’s ha comunicato stamattina di aver messo sotto osservazione i conti di molti nostri enti locali. Era abbastanza ovvio, perchè, come avevamo scritto appunto in quell’articolo, l’indebitamento degli enti territoriali (Regioni, Provincie, Comuni) “sotto-ordinati” era da tempo messo in discussione anche per la sua totale opacità.

La sorpresa, semmai, è che tra gli enti messi sotto osservazione, ci siano ovviamente varie regioni, nonchè per contrappasso le due provincie autonome di Trento e Bolzano che presentano conti in regola. Dall’altra parte, invece, tra i possibili cattivi ci sono: la regione Lombardia, la regione Emilia Romagna e la regione Sicilia, il Veneto e tante altre. Tra le città, ovviamente, quelle più a rischio e grandi: Milano, Bologna, Napoli (quelle che guarda caso si erano più “date da fare” negli anni passati con i “derivati”).

Meno inatteso invece, è arrivato il l’altro “preavviso” di dowgrading per le grandi aziende italiane (Eni, Enel, Finmeccanica, Poste, ecc., partecipate per la totalità o maggioranza dallo Stato) che ovviamente non potrebbero che risentire del declassamento previsto per l’Italia. In ogni caso, veramente, il secondo semestre dell’anno si preannuncia per il nostro Paese come una vera e propria via Crucis. (nella foto: lo stato delle cose in Italia)

w.

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net