Referendum/ Il quorum sarà difficilmente raggiungibile. Ecco perchè...

Solo nelle ultime ore qualche commentatore ha cominciato a rendersi conto di quanto sarà difficile il raggiungimento del quorum nei Referendum di domenica/lunedì prossimi. E questo al di là del paradosso del conteggio o meno, nel voto, dei residenti all’estero; conteggio che innalzerebbe drammaticamente l’ “asticella” a un praticamente impossibile 53-54%.

Ma anche senza questo caso, secondo noi il quorum sarà di molto, molto difficile raggiungimento per un banalissimo motivo. Le ultime tornate elettorali hanno dimostrato che, ormai, la percentuale di coloro che si recano alle urne, difficilmente supera il 70%. Quindi il conto parte, in ogni caso, da un “meno trenta” secco.

Nonostante gli ultimi insuccessi, di questo 70% oltre il 40% vota comunque per il Presidente del Consiglio e per i suoi alleati (Lega in primis, oltre alle varie formazioni di Destra sparse qua e là, specialmente al Sud Italia). E’ evidente che basterà che un po’ meno della metà degli elettori di “osservanza berlusconiana” non si rechino al seggio (che è oltretutto la cosa più semplice e comoda), perchè il quorum non sia raggiunto.

Ecco perchè, ad avviso di chi scrive, sarà difficilissimo il raggiungimento del fatidico 50% + 1, potendo ritenersi realistica e tutto sommato soddisfacente una percentuale che superi il 45%.

Vedremo se i fatti confermeranno o smentiranno la nostra previsione. Nel secondo caso ne saremmo lieti, ma non ci conteremmo troppo.

e.b.

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net