Economia globale/ "Speculare è la parola d'ordine a Wall Street. E così la nave imbarca altra acqua""

L’articolo che segue, pur essendo propriamente un “Riceviamo&Pubblichiamo” viene postato in prima pagina per un semplice motivo. Chi lo scrive è persona di grande esperienza, che da molti anni si occupa, con notevole successo, di analisi finanziarie. Un avvertimento, quale quello che manda questo articolo, non va quindi sottovalutato e lo portiamo all’attenzione dei nostri affezionati lettori. Qualcuno noterà analogie con certe analisi di un altro nostro più usuale collaboratore: il Cancelliere. La coincidenza è puramente casuale, trattandosi di persone completamente diverse e che,per quel che ci risulta, non si conoscono nemmeno.

La gigantesca immissione di denaro sul mercato americano da parte della Federal Reserve, ha ricreato lo stesso circolo vizioso che ha contribuito a fare scoppiare la più grande crisi finanziaria di tutti i tempi. Non voglio mettere in dubbio la buona fede della Fed ma la domanda sorge spontanea: questa strategia non dovrebbe servire a far ripartire l'economia reale? Tutto questo spropositato pompaggio di denaro, non dovrebbe sbloccare le enormi difficoltà di accesso al credito per le imprese? Ricreare una fiducia generalizzata nella popolazione? Si certo! questo dovrebbe fare! In realtà tutto il cash dato in prestito alle grandi banche d'affari, viene utilizzato solo per un unico scopo: speculare.

Speculazione è la parola d'ordine tra i grandi " banditi " di Wall Street. Speculazione o, se volete manipolazione di indici azionari, valute, materie prime, titoli di Stato e quant'altro possa generare un immediato ritorno economico. La cosa più grave ed allarmante è che noi comuni mortali tentiamo di accodarci ad un gioco di cui non conosciamo nè le regole, nè la tempistica; ci muoviamo su un terreno oscuro, così osando e peccando di presunzione.  Dentro di noi ci convinciamo che se cambia il vento, possiamo sempre fuggire da situazioni scomode... sbagliato!

Negli ambienti finanziari americani viene da qualche tempo, e sempre più spesso, usato un acronimo che la dice lunga sul nostro futuro di traders; infatti l'abbreviazione" IBG " sta per " i'll be gone " che tradotto significa: per ora speculo, poi quando tutto crollerà io me ne sarò già andato. Tranquilli, le "sante" merchant banks sapranno benissimo quando abbandonare la nave, mentre noi verremo stritolati da quell' ingranaggio che ci eravamo illusi di poter controllare...

Ragazzi, fate attenzione! la barca sta già imbarcando acqua, si preannuncia una nuova tempesta all'orizzonte. Se fossi in voi, mi darei un occhiata intorno per individuare la scialuppa più vicina.

a. c.

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net