Sconcertante ammissione di debolezza del Cavaliere di Arcore. O è solo una piccola dimenticanza?

 

promemoriaChe l’uomo stesse perdendo qualche colpo lo si era capito da un pezzo. Ma la dichiarazione fatta oggi da Silvio Berlusconi che il deludente risultato delle amministrative dipende dalla scelta dei candidati (considerati deboli) supera ogni possibile commento. In primo luogo perchè dire una cosa del genere quando, o bene o male, Letizia Moratti a Milano e Gianni Lettieri a Napoli sono ancora in lizza per i ballottaggi, suona perlomeno poco elegante nei loro confronti.

Poi, ed è più grave, molto più grave, il Cavaliere di Arcore dimentica che proprio LUI era, insieme alla Signora Letizia, candidato a Milano come capolista in Consiglio Comunale!!! Quindi definire “deboli” i candidati è un clamoroso autogol, essendo il presidente del Consiglio il primo di essi insieme all’aspirante sindachessa. Quando si cominciano a dimenticare queste cose e a fare di queste “gaffes”, è come quando ci si dimentica di cambiare la camicia dopo essere stati con l’amante. Quando si torna a casa possono succedere brutte cose...(Nella foto, capo di abbigliamento accessoriato con discreto promemoria utile in caso di vuoti della stessa)

A.C.

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net