Rimini/ Lo show degli orrori della politica locale

Che la politica riminese, in questi ultimi anni assomigli sempre più a un ridicolo "Rocky Horror Show", lo diciamo da tempo. In questo contesto, la vicenda "Palacongressi", la fa sicuramente da padrone. Può essere per un giorno al massimo oscurata da qualche altra notizia ridicola (ad esempio un paio di mesi fa la sbandierata volontà di tassare i clienti delle prostitute, poi opportunamente bocciata in sede giudiziaria), ma alla lunga emerge sempre come il vero "must" della malamministrazione.

In proposito, registriamo un paio di giorni fa, l'invito agli albergatori di incatenarsi al Palas per forzarne l'apertura. Non abbiamo capito bene, se questo suggerimento comparso sulla "Voce", volesse essere uno scherzo (come vogliamo sperare...) oppure volesse essere una proposta seria. In questa seconda, e improbabile ipotesi, si potrebbe utilizzare il metodo anche per propiziare la risoluzione di altri gravi problemi che affliggono la città. Ad esempio, per promuovere la ricostruzione del teatro Galli, si potrebbero raccattare qua e là musicisti e coristi disoccupati (ce ne sono purtroppo tanti...) e seppellirli sotto le macerie del vetusto e rovinato manufatto.

Analogamente, per far si che arrivino turisti, si potrebbe procedere con qualche seppellimento di bagnini o chioschisti. L'investimento (in senso fisico e non finanziario) di un po' di pedoni da parte di automezzi della Tram, potrebbe invece servire da stimolo per la risoluzione dei problemi di viabilità della città. Il metodo è quello suggerito per il Palacongressi, e chissà, nonostante il nostro scetticismo, che non funzioni davvero. (nella foto: un futuro candidato sindaco di Rimini).

t.t.

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net