Turismo/ Le bugie di Melucci

Oggi abbiamo letto sui giornali una dichiarazione, o più esattamente previsione, dell'assessore regionale al turismo, il riminese Maurizio Melucci, sulla prossima stagione estiva. Potremmo anche dire "neoassessore" Melucci, visto che è il primo anno che si trova ad affrontare questo compito. La sua previsione è lapidaria: ottime le previsioni sui russi, speriamo nel bel tempo, gli italiani sono una incognita.

Ora, a Maurizio Melucci secondo noi, difettano varie qualità che vorremmo in un amministratore, ma non gli manca certo la materia grigia. Ne ha sicuramente più di quasi tutti i suoi compagni di Giunta. Quindi è sconfortante che, pur sapendo la realtà dei fatti, si lanci in queste previsioni a dir poco contraddittorie. In particolare egli sa che gli italiani non sono affatto "un'incognita". Semplicemente ne mancheranno tantissimi, prostrati dalla crisi economica. E poichè il nostro turismo, ormai da un ventennio si basa quasi esclusivamente sugli italiani, è chiaro che non basterà un qualche "percento" di russi in più per colmare le perdite.

E' chiaro quindi che anche a livello locale i "mantra" filosofico-economici del ministro Tremonti stanno facendo proseliti. In poche parole, si tratta di dire sempre una bella bugia, condita da un pizzico di verità. Tanto alla fine non se ne accorgerà nessuno...

s. p.

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net