Politica Riminese/ Ma cos'è il Tavolo Curiale?

Tra le varie scemenze che dobbiamo sorbirci ;un po' per dovere e un po' per divertimento e, infine, per un po' di masochismo (che fa parte del genoma di ogni giornalista), spiccano, periodiche, le notizie dal cosiddetto "Tavolo Curiale". In pratica, ogni due o tre giorni, i giornali cartacei locali ci informano delle "pensate"che uscirebbero da questo luogo virtuale in relazione al problema: "quale candidato cattolico (anzi : "curiale"...) per il centrodestra riminese?".

Innanzitutto la curiosità è sui membri di questa sceltissima congregazione: mentre infatti sui nomi di Vichi Ermanno, Chicchi Luciano, Zavatta Fabio vi e' concordanza, altri parlano di personaggi sicuramente "minori" come Bonadonna o Taormina su cui, però, le "fonti" non sono unanimi. Anzi. Altro tratto curioso sono i nomi dei possibili candidati via via proposti da questo formidabile "Tavolo". Un paio si segnalano per aver già detto no in anticipo (Focchi - Gemmani). Si tratta di quelli effettivamente noti e "forti", ma, proprio per questo, ben poco propensi a mischiarsi in quella strana faccenda che sta diventando la scelta del candidato del centrodestra alla carica di sindaco .

Vi è poi una semi-infinita serie di nomi, tutti accomunati dal fatto di essere sconosciuti ai più. Si va dai cosiddetti "Super Manager"(Guaitoli , direttore dell'Istituto Maccolini... Angelino direttore di P.A...) fino ai Direttori/Presidenti di varie società/cooperative, legate al mondo cattolico (ultimo: Coccia di Federpesca, prima di lui il "beato" Enrico Santini e altri...). In linea di massima fanno quasi tutti capo a Cielle e, tutti, sono riconducibili a Chicchi Luciano e alle sue Fondazioni... Va anche aggiunto che come candidati sindaci , a occhio e croce, e con tutto il rispetto non sembrano proprio dei fenomeni...

Tuttavia la cosa più curiosa è proprio l'uso del termine: "Tavolo Curiale". Questo farebbe pensare, se le parole hanno ancora un significato, a un vero e proprio "imprimatur" del Vescovo di Rimini che, lo si può immaginare, dovrebbe presiedere (ce lo figuriamo con mitria e piviale...) questo "Tavolo". Da cui un aggettivo così impegnativo e solenne: "curiale". Sarebbe interessante che la Curia (quella vera), informasse sui fatti la cittadinanza. Esiste davvero sto' "Tavolo"? Davvero a Vichi, Chicchi(Luciano) e co. la Chiesa ha "delegato" il compito ,difficile, di scegliere il candidato da opporre al "Nud e Crud" (come lo chiama Lugaresi) Gnassi? Oppure si tratta di una vera e propria usurpazione di titolo a danno del Presbiterio riminese e dei creduli cittadini di questa città? Così, tanto per rendere un po' più interessante questa fiacca vigilia elettorale e scrivere qualcosa? Sarà, ma propendiamo per quest'ultima ipotesi. (nella foto: Luciano Chicchi, con alle spalle l'apprendista Vichi, guardano inorriditi la loro nuova creatura: il candidato "curiale" alla carica di sindaco. Chi è? Non lo sanno neppure loro).

W.

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net