Rimini/ I vigili urbani lavorano in Centro quando non serve

Da anni diciamo che il Centro Storico di Rimini è stato ridotto a un cesso. Con il concorso determinante dell'Amministrazione comunale che ha fatto di tutto (veramente di tutto...) per aiutarlo ad affondare. Ora siamo arrivati, dalle 8 di sera in poi, alle risse (normalmente multietniche: così per dare un po' di colore...). Ovviamente senza che nessuna forza pubblica, specie i vigili urbani (peraltro ultimamente duramente provati dall'inverno che, dopo il calar del sole, è più rigido), intervenga. E dire che "in orario di negozi" (almeno di quei pochi ancora aperti...) coppiette di vigili inflessibili girano a far multe e le "pattuglie miste": Polizia-Esercito (!), vanno su e giu' per il Corso. Un paio di macchine dei vigili stazionano infine in permanenza in Piazza Tre Martiri a "presidiare il territorio". Evidentemente temono che Giulio Cesare (la statua...) scappi alla vista di tanta tristezza e quindi lo tengono d'occhio.

Ma dopo le sette e mezza... zac!... scompaiono d'incanto come la carrozza-zucca di Cenerentola (quella però spariva a mezzanotte) e si rivedono al mattino dopo... Giusto! Guai a disturbare i poco socievoli frequentatori del centro città che ne movimentano la "movida" a colpi di spranghe e bottiglie. Potrebbero offendersi e menare... Bravi, bravi. (nella foto tratta da galleriabenvenuti.it "Rissa al bar", olio su tela).

b.e.

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net