Politica nazionale/ I montoni di Panurge

Anche i francesi hanno i loro problemi di gruppo e quindi anche le loro storielle che li evidenziano. Ad esempio, la storia di Panurge (da Rabelais) che in barca ed in lite con un commerciante, gli acquista un montone e poi lo spinge in mare facendolo affogare e provocando così la morte di tutti i montoni dell'avversario che per spirito gregario seguono il primo. E' la messa in berlina del conformismo e di un certo spirito gregario che caratterizza i gruppi e ci fa vedere che almeno in una certa misura gli altri hanno i nostri problemi anche se spesso ci viene da pensare "ma noi più di tutti ". Anche nell'ultima occasione, nella rottura tra Fini e Berlusconi, probabilmente lo spirito gregario ha avuto la sua parte anche se l'effetto non porterà alla morte dei montoni che raggiungeranno invece la riva e formeranno due gruppi invece di uno.

Però viene da credere che qualche cosa sia morto o sia in procinto di morire. Alcuni di noi sono portati a pensare che a perire possa essere una speranza di cambiamento nella politica che c'era nelle promesse di Berlusconi ed alla quale ancora parecchi, nonostante il pensiero opposto di tanti altri, credevano. Anche con i contrasti di adesso si può governare e forse a tutte le parti della maggioranza conviene evitare una rottura, a meno di incidenti gravi. Quello che invece può riuscire sempre più difficile è suscitare gli entusiasmi del passato. Già l'ultima manifestazione del Pdl a Roma aveva segnato un forte calo di presenze. Ma, in sintesi, da tempo credo che parecchi si siano posti anche una domanda: cosa ha inteso dire Berlusconi affermando di volere cambiare la politica in Italia? (nella foto, un esponente del Pdl, puttosto spaesato, aspetta che qualcuno gli dica cosa deve fare e pensare).

Steve

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net