Politica nazionale/ La macchina del tempo

Mercoledì 14 ottobre, durante la trasmissione televisiva "Ballarò", il presentatore Giovanni Floris ha invitato alcuni esponenti politici presenti (che rinfacciavano agli avversari i comportamenti degli anni '80 e '90) a prendere la macchina del tempo per ritornare all'oggi. Floris lo ha fatto con un ben visibile mezzo sorriso sulle labbra, forse perchè per lui, più giovane dei suoi interlocutori, quelle accuse appartenevano ormai alla preistoria. O forse perchè comprendeva che il percorso vorticoso della politica in questi ultimi 15/20 anni, spesso rende inutile il confronto tra i comportamenti di allora e quelli d'oggi. La conferma la troviamo dentro di noi, se riflettiamo sui nostri cambiamenti, e proprio qialche giorno fa l'ho sentita nelle parole del presidente Napolitano, che in tv ha serenamente ammesso più di una revisione critica ai suoi modi di pensare la politica in questi decenni.

In questi anni, parecchi dirigenti politici hanno capito a fondo i mutamenti intervenuti e, di conseguenza, hanno mutato anche la loro mentalità mentre altri, pur non comprendendo, si sono adeguati. Per queste ragioni mi sorprende il ricorso continuo agli insulti basati su ideologie decadute. Perchè non hanno una spiegazione e non bastano nemmeno gli scontri e le tensioni degli ultimi tempi per giustificarli.Sembrerebbe evidente, al contrario, che indipendentemente da qualsiasi filosofia politica si segua e qualunque tessera politica si abbia in tasca, la difficilissima situazione d'oggi ed il buonsenso necessario esigerebbero da tutti un gran senso di responsabilità.Ritorno all'eterno argomento: la politica ha bisogno di una grande riforma ed occorre iniziare dai partiti, che non vanno combattuti ma profondamente modificati.

E la modifica deve avere come fine anche uno spazio molto maggiore per quei politici che, per serietà o per intelligenza, non hanno bisogno della macchina del tempo per ragionare sull'oggi o sul domani. E anche per i tanti giovani talenti che fino a che le cose non cambiano si tengono e sono tenuti lontano dalla politica. (nella foto cenzon.altervista.org: il futuro di alcuni uomini politici rimasti legati agli anni '80).

Steve

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net