E sul Palacongressi scese il silenzio. Mediatico e no

Ventuno giorni e più. Per la terza settimana consecutiva chi passa in via della Fiera a Rimini può constatare che i lavori per la costruzione del Palacongressi sono fermi. C'è solo il cratere corrispondente, più o meno, alla metà dello scavo previsto. Sulla stampa locale trapela qualche notizia circa una diffida partita dalla società del Palas nei confronti della ditta appaltante. Nient'altro.

L'impressione è che fra qualche giorno salterà fuori quel che tutti sanno ma che nessuno vuol dire. Ma forse non tutto il male verrà per nuocere: se solo la metà delle cose scritte dal commercialista Mario Ferri sulla Voce nelle scorse settimane fossero vere… Beh, se fossero vere sarebbe certamente meglio avere per un po' un cratere in mezzo alla città che un cratere nelle tasche dei soci e, quindi, trattandosi di Enti pubblici, dei cittadini. (Nella foto, il cratere dello scavo del Palacongressi rivela la sua vera natura).

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net