Economia/ Spira ancora il vento greco ma la fatina Christine Lagarde trova modo di fare dell’involontario umorismo.

Christine_LagardeL’ennesima giornata di “vento greco” che sta gonfiando quella che ormai mesi fa chiamavamo la “Tempesta perfetta”, ha portato anche in chiusura uno sprazzo di sicuramente involontario umorismo. La Christine Lagarde presidente dell’F.M.I. ha infatti affermato che è possibile una “ordinata uscita dall’euro della Grecia”.

Ora, al di là dell’aspetto della Lagarde che fa pensare a tutto meno che a qualcosa di divertente, la sua affermazione è veramente esilarante. Tutto quello che è successo nell’ultimo anno a proposito della Grecia e nelle scelte che ne sono state fatte può essere chiamato in ogni modo meno che “ordinato”. E’ stato tutto un susseguirsi di evidenti assurdità, sottovalutazioni, soperchierie e speculazioni. Al di là delle colpe dei greci.

Tutto questo è stato gestito dall’F.M.I., quindi dalla Lagarde stessa, dalla BCE e dai governi dell’eurozona (Germania in testa). Non si capisce quindi perché gli stessi che hanno alimentato tutto il disordine possibile debbano e possono gestire una “uscita ordinata”. Tanto più che nessuno, badate bene nessuno, ci ha spiegato finora cosa significhi “uscita ordinata”. L’impressione, a nostro avviso più che fondata, è che si tratti ancora una volta di uno dei soliti slogan o frasi fatte dietro cui delle élites ricchissime, ma solo di denaro, nascondano il proprio completo vuoto morale e intellettuale. (Nella foto: Christine Lagarde, la fata del Fondo Monetario Internazionale, che oggi suo malgrado è riuscita a dire una spiritosaggine)

W

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net