Cronache dalla fine del mondo/ Ma questi sanno cosa dicono?

BEPPE_GRILLOCome prevedibile, ha suscitato tante polemiche la scelta di un ristorante di Fermignano, non tanto lontano da qui (vicino ad Urbino), di affiggere un cartello con tanto di “espresso divieto di entrata per i politici”. Al di là del merito della scelta del ristoratore, segnaliamo una risposta indignata arrivata da un senatore casertano del Pdl (il senatore Vincenzo D’Anna), il quale ha testualmente dichiarato: “...che l’iniziativa è razzista perché al di là delle colpe delle eterne classi dirigenti dei partiti politici che ripercorrono antiche strade, è in pericolo il ruolo del Parlamento e delle Istituzioni nazionali. Il qualunquismo attecchisce laddove svaniscono le politiche assistenziali dello Statalismo pauperistico con il relativo debito pubblico. L’opportunismo dei beneficiati da quel sistema e degli evasori impenitenti fanno il resto. Occorre perciò ribadire i valori dell’impegno politico e sociale anche in  tempi tanto pieni di menzogne e ipocrisia”.

Ma una domanda sorge spontanea: il senatore ha capito quello che sta dicendo? Secondo noi no e questo spiega perché “l’antipolitica” da lui, e non solo da lui tanto deprecata, faccia ogni giorno passi avanti. Nonostante lui. Anzi, forse, proprio anche per lui...(Nella foto: l'incubo notturno e diurno dei politici italiani. Compreso il Presidente della Repubblica)

 

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net