Economia/ Speravamo di sbagliare ma qui c’è da aver paura davvero!

eruzioneIl dato di oggi sull’inflazione, che la pur cautissima ISTAT ha fatto uscire, fa veramente paura perché è generato in grandissima parte dall’aumento, ormai inarrestabile, delle tariffe pubbliche oltreché del “paniere” alimentare. Ciò che spaventa è che questo fenomeno avviene nel paese (l’Italia) che, insieme alla Spagna, è nella peggior recessione di tutti i tempi ed è il peggio piazzato in Area UE. O, come dicono alcuni, è “il grande malato” mediterraneo.

Quello che sorprende d’altro canto è l’assoluto silenzio, almeno fino a questo momento, del Governo. Parlano solo le “solite” associazioni che ripetono le “solite” litanie con le ormai “solite” parole d’ordine: “rigore”, “equità” ecc. ecc. . Tutto talmente trito e ritrito da diventare alla fine stomachevole.

Cominciamo a temere che qualcosa cominci ad andare peggio di quanto non avessimo anticipato con le nostre pur pessimistiche previsioni. Confessiamo che, pur essendo basate su basi razionali e solide, specie quelle dei nostri articolisti principali, in cuor nostro speravamo sbagliassero. Pare non sia così...  (Riproponiamo la foto di un "vecchio" articolo del 2011. "Sotto il vulcano" si intitolava. L'analisi era impietosa la prognosi infausta. Purtroppo anche esatta).

La Redazione

 

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net