Economia/ il Corriere della Sera rilancia l’allarme del Fondo Monetario Internazionale: si vive troppo, il welfare andrà in crisi.

christine-lagardeStamattina, con grande risalto, il Corriere della Sera ha rilanciato l’allarme del Fondo Monetario Internazionale nella persona del suo presidente Christine Lagarde, sull’eccessivo aumento della durata della vita.

Non la facciamo troppo lunga, rimandando alla lettura dell’articolo, ma il succo è questo: se la vita media, a livello mondiale, nei prossimi quarant’anni si dovesse allungare di tre anni (!), il sistema del welfare andrebbe irrimediabilmente in crisi.

Le soluzioni proposte sono le solite: più previdenza complementare attraverso banche e assicurazioni. Naturalmente la Lagarde non spiega come i contribuenti, che attualmente fanno fatica a sopravvivere, potrebbero trovare i soldi per pagare queste ulteriori polizze. Senza dimenticare che proprio da questi strumenti, o almeno in parte da questi, nasce la crisi attuale.

In ogni caso è sempre la prova dell’onnipotenza delle divinità bancarie che ormai, non contente di determinare il presente e il futuro della vita, vogliono decidere anche quando i sudditi dovranno morire. Con ciò, la sostituzione delle nuove divinità a quelle vecchie, sarebbe completa.

Fino a ieri solo Dio, nelle sue varie forme e nomi, poteva decidere quando si doveva morire. Adesso, oltre che di fatto anche di diritto decide l’FMI. (Nella foto: Christine Lagarde una delle persone della nuova trinità).

AZ

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net