Forse non era difficile prevederlo, ma si è verificato.(?ovvero la mortale ruota del criceto ha cominciato a girare ancora più veloce?)?.

uomo-nella-ruota

Con terrificante precisione si sta verificando proprio in queste ore la previsione fatta dal nostro E.B. nel suo articolo del 26 marzo intitolato: “la triste fine del criceto europeo”.

Infatti le misure di austerity volute e imposte ai governi italiano e spagnolo stanno provocando un crollo del credito e della fiducia nella possibilità di ripresa di cui il vertiginoso aumento dello spread è il sintomo. Si tratta in pratica dei punti 3, 4, 5, della descrizione fatta magistralmente dal nostro articolista.

Non a caso, infatti, in queste ore si parla sempre più insistentemente di una “nuova manovra” che, però non potrà che aggravare ulteriormente la situazione, come previsto da E.B.. Si passa, cioè, al punto 6.

Anche se in queste ore è stato approvato il disegno di legge sui licenziamenti definito: “epocale”, “storico”, “eccezionale” dagli stessi estensori (cui, evidentemente, non importa nulla del detto “chi si loda s’imbroda”...), sarà meglio mettersi il cuore in pace. Ai mercati dell’articolo 18, non gliene frega niente.

Gliene frega molto invece di quel che resta del patrimonio degli italiani e degli spagnoli, che dopo essere stato rosicchiato ben bene negli ultimi anni, verrà mangiato in due o tre bocconi nei prossimi mesi.

Con Monti e nonostante Monti. Purtroppo.

(Nella foto: il criceto è sempre quello di 10 giorni fa, ma la ruota mortale gira già 2 volte più veloce)

 

W

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net