Sempre cronache dalla fine del mondo: sono proprio andati in tilt!

passeraforneroDopo la mazzata di oggi del Financial Times, il quale ha dichiarato che a Bruxelles si dà per scontata un’altra dura manovra economica per l’Italia entro pochi mesi, si è scatenata subito una girandola di reazioni dei nostri massimi responsabili economici, che però, lette bene, sanno quantomeno di “strano”.

Ne citiamo due. Il superministro dell’Economia Passera ha testualmente dichiarato: "l’Italia ha ragioni di poter crescere anche superiori a quelle di altri paesi, ha un grande spazio di crescita”. E poi ha rincarato: “non c’è nessuna ragione al mondo per pensare che il nostro paese non possa crescere” e infine: “passata la parte più critica ora cominciamo a vedere le cose che ci fanno più piacere”.

A parte che "queste cose che fanno piacere" gradiremmo vederle anche a noi, chiediamo al superministro dell’Economia: ma se è così facile “crescere” per l’Italia perchè non lo fa? Se non è in grado lui “superministro” di “superMario” chi lo dovrebbe fare?

Ancora più divertente la dichiarazione del ministro Fornero che dice: “non parlerei di nuova austerità, spero che il nostro paese possa avere misure per la crescita”. La domanda è ovvia: ma la Fornero parla con Passera? Le due dichiarazioni sembrano fatte da persone che vivono e pensano agli antipodi. Sono tutti e due sulla terra? Vivono in Italia? Oppure semplicemente sono andati tutti e due in tilt? (Nella foto: il superministro dell'economia e il superministro del welfare: ma tutti questi super ogni tanto si parlano fra loro?)

W

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net