Economia/ Cronache dalla fine del mondo. Ormai hanno perso la testa...

mr_magooChe i nostri governanti, europei ed italiani, presenti e passati, non fossero dei fulmini di guerra lo scrivevamo da tempo. Ma più di recente, quella che per noi era già un’evidenza, si sta manifestando con chiarezza anche per i più ottimisti. La prova? Citiamo solo due episodi, tra i mille purtroppo,accaduti ieri.
Nel primo caso il superministro dell’Economia Passera (quello di Alitalia, tanto per capirci...) salta fuori con una stupefacente dichiarazione secondo cui: l’Italia “sta entrando in una drammatica crisi di liquidità”. Perchè, sei mesi fa? Un anno fa? E’ dalla primavera 2011 che lo scriviamo noi, povero giornaletto on-line di una delle più patetiche province del nord-Italia. E lui se ne accorge adesso?? Ma vah!!
Il secondo caso è umanamente ancora peggiore: parliamo degli “esodati” cioè quei dipendenti “accompagnati” intorno ai sessant’anni “fuori” dalle aziende, con un bonus pari più o meno ai versamenti INPS mancanti per la pensione. Questi poveretti a fine anno, con la manovra Monti/Fornero si sono visti spostare in avanti i paletti della pensione in media di 2/3 anni. Così si trovano ora senza lavoro e senza pensione.
Ma lo scandalo grosso non sta in questo. O almeno non solo. Sta nel fatto che quando il Governo stimò il fenomeno con l’INPS questi “esodati” vennero calcolati in circa 65.000. Oggi l’INPS e la Fornero (quella che piange sempre) ammettono che: “potrebbero essere circa 350.000 o forse più”(!!!). E quindi “bisogna trovare le coperture finanziarie, cioè nuove tasse”.
Che sistemi onnivori e insaziabili come quello previdenziale/fiscale italiano che oltretutto si vantano sempre delle proprie tecnologie d’avanguardia, non riescano a fare certi semplici conti, vuol dire che è proprio finita. La sciagura è al potere e marcia accanto a noi.
Ecco perchè questi individui, in venti o più anni, non hanno combinato mai niente, se non disastri. Sia da “politici” che da “tecnici”, anche per l’elementare considerazione che quando erano molto “tecnici” erano loro a consigliare e guidare gli sciagurati politici.
Per dire l’ultima: un mese fa pronosticavamo lo spread a 200 , oggi è tornato a 340. Ma la colpa non è della Spagna o della Grecia (tanto per cambiare). E’ la loro. Con certi precedenti ormai anche i più deficienti non si fidano più.(Nella foto: uno dei nostri tipici governanti sceglie con sicurezza la strada per la ripresa del paese)
wkls

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net