Politica/ Italia ci mancava l'uomo del destino! (ovvero ci mancava solo l'ultimo che va fuori di testa)

m_onti_marioDopo il "più grande uomo di stato" del '900 (Berlusconi), dopo il "più grande economista del mondo" (Tremonti), sentivamo la mancanza dell' "uomo del destino" (Monti).

Questi oggi negli Stati Uniti ha dichiarato che... : "intende cambiare gli italiani" (!!!). Il neo Primo Ministro italiano sicuramente sarà un grande banchiere e sicuramente gode della fiducia degli ambienti della grande finanza internazionale a cui il suo un po' sguaiato predecessore piaceva poco.

Tuttavia con una frase del genere dimostra di non conoscere la Storia. Infatti il modesto proposito di cambiare la faccia e la testa di un popolo oltre che del beneamato Benito Mussolini è stato un obiettivo comune di tanti "grandi semplificatori" del secolo che si è appena chiuso.

Tra tutti possiamo ricordare il più grande, almeno intellettualmente. Parliamo di Lenin il quale, quando gli venne detto, dopo i primi anni della grande Rivoluzione d'ottobre che "i russi non erano adatti per il comunismo", rispose decisamente: "allora bisogna cambiare i russi". Vladimir Ilic morì poco dopo e non ebbe tempo per iniziare l'opera nè tanto meno per completarla. Ci riuscì il suo successore Josif Vissarionovic Stalin con i metodi un po' bruschi che qualcuno forse ricorda.

In pratica Monti ha detto la stessa cosa e il presagio insito nella sua affermazione è sicuramente quanto di più sinistro e inquietante ci sia mai capitato di ascoltare da quando abbiamo il dono dell'udito. Che Dio ce la mandi buona!(Nella foto: l'ultimo della lunga serie di quelli che sono andati fuori di testa)

W

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net