Analisi/ Quel che la politica deve fare

Sarà anche un governo tecnico di emergenza ma Monti sta mostrando notevoli doti da uomo politico ed è al proposito rimarchevole l’elogio della politica che ha fatto ieri nella sua conferenza stampa. Ha infatti messo in evidenza come la politica stia facendo bene da mediatrice tra cittadini e governo in un momento in cui per forza di cose le scelte sono così impopolari. Pensiamo  che se una politica così screditata come la nostra riesce, anche se costretta dalle circostanze, a fare un buon lavoro, molto di più potrebbe fare una volta che riformata e migliorata fosse capace di agire per propria scelta.

Questo è un esempio ed una delle ragioni per cui siamo contrari  a buttare via tutto e siamo invece per riformare in profondità la politica così come è.mMa noi ne vogliamo l’evoluzione e non la fine e non vediamo nemmeno Monti nelle vesti di un salvatore della patria solitario, ma come un tipo di politico e di tecnico di cui il nostro paese dispone ed il cui modo può essere un anticipo di una nuova tradizione, di un nuovo costume politico da perseguire per il nostro futuro.

Siamo convinti da sempre, e l’abbiamo ripetuto, che il nostro Paese dispone di "materiale umano di buona qualità" più che sufficiente per governarsi sia al centro che in periferia, e sia invece da tempo aperto il problema di riformare la politica in modo tale che questo potenziale possa essere messo alla prova su scala nazionale. Siamo convinti anche che occorra muoversi subito per recuperare i ritardi, tenendo presente che se alcuni elementi, come Monti, sono pronti e di immediato impiego, per ottenerne una intera classe dirigente dai partiti occorre tempo per la selezione a tutto campo, per la preparazione del caso.

La inadeguatezza dell’esistente, malgrado la presenza di parecchia gente di buone capacità, ci sembra ampiamente dimostrata dai fatti. La scusa della crisi che viene da lontano, a parte l’esilità dell’analisi, non è sufficiente a coprire la cecità di fronte ai fatti, continuata fino a portarci sull’orlo del disastro. Occorre cambiare, perché è necessario e perché per fortuna rientra tra le nostre possibilità.

Steve

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net