In trappola/ Il 2012: l'anno del drago che ci sta già mangiando.

trappola_topolinoQuesti due giorni di festa, sia pur allegri come un vecchio calesse delle pompe funebri, hanno per un attimo distratto gli italiani dai loro problemi.

Solo per un attimo però. Domani il ballo, quello brutto, ricomincerà con la riapertura dei mitici "mercati" che ci stanno facendo a pezzi o, più esattamente, divorando boccone dopo boccone.

La sensazione di essere in trappola è ormai diffusa e a poco valgono le sparate retoriche di Tv, giornali e politici. Eppure il percorso era già chiaro da anni (chi vuole legga le interviste del nostro "Cancelliere" dal 2008  via a via sino ad oggi).

E, se il percorso era chiaro, era chiara anche la destinazione...  Complice anche la peggior classe politica del pianeta, ignorante e vaniloquente, l'Italia sta finendo tra le fauci del drago e viene mangiata col contorno di lagne e scemenze assortite.

E Rimini? Stavolta se la passerà peggio della media. Indebitata sino al collo nelle ormai famose "opere inutili", vere e proprie voragini finanziarie, stavolta non avrà nemmeno la tradizionale valvola di sfogo del turismo per attutire il colpo.

Allontanati i russi, per le scelte lungimiranti del Governo nazionale, gli italiani, col carburante a 2 euro al litro, faranno fatica anche ad avvicinarsi alle nostre non entusiasmanti spiagge. In compenso però bisognerà pagare la Fiera, il Palas, l'aeroporto, il Trc e l'ex seminario.

L'ultimo colpo lo darà comunque l'applicazione della parola magica del 21° secolo: "equità". Equità, la parola che negli ultimi anni ha sostituito il feticcio del passato: il patriottismo. Patriottismo, che come qualcuno ricorderà è sempre stato: " l'ultimo rifugio dei delinquenti". Buon anno a tutti. (Nella foto: l'italiano medio nel 2012)

wkls

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net