M5S: "A Rimini, palazzinari ipertutelati"

Le considerazioni espresse in questo comunicato stampa dal Movimento 5 Stelle ci sembrano particolarmente interessanti. Per questo le proponiamo in prima pagina, all'attenzione dei lettori.

Siete un semplice cittadino e nel 2009 siete passati inavvertitamente con il rosso, magari per attendere che l'auto davanti a voi svoltasse a sinistra? Vi sarà sicuramente arrivato un verbale a casa e se magari è andato disperso fra la corrispondenza siete stati oggetto della famigerata Equitalia che vi ha riempito di ipoteche e spese di incasso.

Siete invece una società che si era impegnata a versare 5,91 milioni di euro per un diritto di superficie pari all'Ex-Colonia Murri: 3 milioni al 31/12/2009 e 2,91 milioni al 31/12/2010? Nessun problema, se in comune c'è una giunta giusta del solito colore si spostano rispettivamente al 30/11/2010 e 30/11/2012.

Al 30/11/2010 non avete pagato? Nessun problema avete possibilità fino al 30/11/11 di cavarvela con un leggero interesse del 3% annuo. Ma dopo quella data si va ad incassare la polizza fideiussoria (emessa dalla Navale Assicurazioni che guarda caso
fa parte del Gruppo Unipol), senza se e senza ma. Ma un ma c'è sempre, il mercato è quello che è, mandiamo una lettera in comune e chiediamo di spostare ancora i pagamenti tanto ci sarà chi si darà da fare per darci una nuova scadenza.

Ed in effetti la proposta in discussione nel consiglio comunale PUNTO N. 8-A - PROP. DELIB. N. 2548528 del 11.11.2011 è quella di spostare i pagamenti a 4 mesi dopo il rilascio del permesso di costruzione e comunque non oltre il 30/11/2012 questa volta però con un tasso del 4,5% di interesse. Insomma alla società conviene investire in BTP (ultima asta 7%) piuttosto che pagare il comune di Rimini, provate voi automobilisti se ci riuscite. Ovviamente a Friburgo sarebbe stato ben diverso, ma qui siamo a Rimini, forti con i deboli e deboli con i forti e la Murri starà lì altri decenni.

Insomma questi grandi gruppi immobiliari (Murri, Novarese, ecc..) sembra che più che investire soldi propri, incassino favori pubblici. Ora che le banche hanno esaurito i fondi dei piccoli risparmiatori i grandi progetti immobiliari languono in attesa che le amministrazioni rivedano al ribasso le pretese, che si immagina dovessero fare l'interesse della collettività in cambio della cessione di patrimonio pubblico di grande pregio.

Un ultimo appunto: abbiamo esaminato gli atti del Palazzo Valloni e della ex-colonia Murri, il nome del notaio che incrociamo negli atti è sempre il medesimo, è un caso o  non è davvero  possibile assegnare gli incarichi professionali a rotazione nel comune  di Rimini?

M5S - Rimini

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net