Politica/ Dalle stelle alle stalle (l'autunno dello Sciamano)

Giulio-TremontiQuel che colpisce nella politica italiana è, comunque e sempre, il suo altissimo tasso di cialtroneria.

Non ci riferiamo solo alle monetine lanciate ieri all'ex Presidente del Consiglio che ripetono, tristemente, le storie viste vent'anni fa con Craxi. Anche perchè non si capisce dove siano (e fossero all'epoca) finite le folle plaudenti che accompagnavano l'uno e l'altro fino a pochi mesi prima della caduta.

Ci riferiamo invece al caso del ministro Tremonti. Abbiamo ascoltato ieri mattina la rassegna stampa di Radio Radicale. Ebbene quel che ci ha colpito negativamente è stato il trattamento a dir poco incredibile a cui i giornali strettamente "Berlusconiani" hanno sottoposto l'ex "genio" della finanza italiana.

Aggettivi inverosimili anche per chi, come noi, non ne è mai stato un suo estimatore. Il massimo è stato raggiunto dal "Foglio" di Giuliano Ferrara che ha dato ripetutamente al piccolo ministro lombardo, fino a ieri "Duce" dell'economia italiana, del "caso clinico" del "pazzo" e, ingiuria suprema, del piccolo tributarista.

Ora Tremonti avrà sicuramente le sue responsabilità per aver completamente travisato i dati della crisi, ma certamente i giornali che oggi lo attaccano in questo modo, fino agli inizi dell'estate intitolavano ancora: "Tremonti facci sognare!". E questo dopo averlo presentato per un quasi ventennio come un "genio" (!)

Comunque l'ex Sciamano avrà tempo e modo di riflettere sulla natura degli italiani, specialmente politici, e sulla gratitudine umana. A presto. (Nella foto: lo Sciamano riflette sull'ingratitudine umana)

N.O.  

English
 

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net