Medio Oriente e Golfo Persico/ E' iniziato il conto alla rovescia

medio_oriente_1

Oggi, 6 novembre, è iniziato il conto alla rovescia per l'annunciata "grande guerra del Golfo".

Alla tv israeliana il Presidente della Repubblica ha dichiarato "inevitabile" l'attacco all'Iran chiedendo la solidarietà e l'aiuto degli altri paesi.

L'appello è solo formale, Israele sa già di poter contare su Stati Uniti e Inghilterra con i quali i piani d'attacco sono stati preparati da diversi anni.

Difficilmente potrà contare sulla Francia che all'ultimo momento sembra essere stata colta da degli scrupoli, impaurita per gli effetti soprattutto sulla navigazione nel Golfo Persico, snodo naturale del petrolio. Quanto all'Italia è inutile dire che sarà del tutto ininfluente... .

Comunque come già scrivevamo in vecchi articoli (da ultimo quello del 14 ottobre 2011) il dado è ormai tratto e si tratta solo di vedere quando inizierà questa guerra tenuto conto che dalla fine di dicembre le condizioni del tempo potrebbero ostacolarla non poco.

E' quindi molto probabile che ci troveremo con un "regalino" molto scomodo prima delle feste di Natale. E' anche probabile che la guerra riguarderà anche la Siria per permettere all'esercito israeliano di utilizzare le forze di terra altrimenti non impiegabili contro la Persia.

Il fatto curioso è che ormai questa guerra è data come un fatto normale e addirittura vista come un elemento "scacciacrisi". La pensavano così in molti anche nell'estate del 1914, poi le cose andarono un po' diversamente... . (Nella foto: per i più distratti riproponiamo la cartina dei luoghi dove, fra pochissimo, succederà qualcosa)

Nostradamus

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net