Politica&Economia/ Anche oggi una pessima giornata (ma non sarà l'ultima...)

titanic_affonda_NCome prevedibile e previsto (basta guardare i nostri articoli del 28,30,31 ottobre) anche oggi è stata una giornata pessima. Anzi orribile. Borsa agli inferi e "spread" alle stelle.

Recessione confermata (più inflazione). Orizzonte nero, naufragio certo. Bisogna però, anche nei momenti peggiori, saper distinguere. L'affondamento delle Borse dipende essenzialmente dalla Grecia. Tutte le banche sono piene di Titoli di Stato ellenici e il default di Atene le trascinerà al fallimento oppure costringerà gli stati a sforzi inauditi per salvarle, aggravando la recessione in atto.

Per lo "spread" italiano il discorso è essenzialmente interno al nostro paese. E' chiaro come il sole (e l'ha capito benissimo Mario Monti nella sua "lettera aperta" di qualche giorno fa al "Corriere della Sera") che Berlusconi medita di andare alle elezioni, con Bossi, come campione dell' "anti euro" e dell' "anti Europa".

Legittimo. Ma pericoloso, anzi mortale quando si sa che il debito italiano può essere salvato solo dalla BCE che continua a comprare titoli italiani.

Quindi, escludendo che il Cavaliere sia pazzo (è molte cose, ma questa no...), l'unica spiegazione è che cerchi di andare all'appuntamento elettorale col disastro (e gli ovvi derivati risentimenti) già maturati e "caldi".

E' una tattica pericolosa, da "filo del rasoio", ma non disprezzabile specie se sostenuta (e lo sarà ovviamente) dai mass media (sono i suoi...!) e tenuto conto del personaggio.

E' evidente però che da qui a quel giorno le cose per l'Italia e gli italiani andranno sempre peggio perchè la lettura delle intenzioni del Cavaliere, più o meno, se la sono fatta tutti e comporterà lo schizzare alle stelle del "rischio Italia" nel momento in cui si capisce che è il capitano stesso ad aver interesse ad affondare la nave coi suoi passeggeri (noi...).

D'altra parte il nostro ometto di Arcore è stato voluto o no dagli italiani proprio e soprattutto per le sue qualità di giocatore d'azzardo e simpatico (?) istrione? Bene, ora ce lo teniamo e che Dio ce la mandi buona. Ricordando però che Dio ama i cuori semplici, ma non gli imbecilli.(Nella foto: con dei capitani così non poteva che finire così)

A.C

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net