Italia economia/ Con la "grattachecca" non si andrà molto lontano

neroOrmai sta diventando un'abitudine: ad ogni inizio di settimana le borse europee e quella italiana in particolare, fanno segnare l'ennesimo lunedì ultra nero.

Complice il fatto che le decisioni più spinose (e che spesso si rivelano le più strane), vengono prese nel fine settimana a "borse chiuse", il lunedì è destinato a misurare il gradimento e la fiducia del pubblico.

 Ormai da due mesi, questa giornata si trasforma in una tragedia (a metà o intera secondo i casi). Anche stamane sembra andare così e col differenziale del rendimento dei titoli di stato ormai stabile a +350/400 punti, è evidente che la maggioranza degli operatori scommette sul default dell'Italia e del suo governo, ormai ridotto a una credibilità sotto zero.

D'altra parte chi volete che creda a un paese dove, nell'ultimo esame d'ammissione alla professione medica (all'università di Roma la Sapienza), una domanda chiedeva quale fosse la composizione della "grattachecca" (granita per i non romani) di un noto chiosco della capitale? (Nella foto: il colore delle previsioni sul futuro nel paese della "grattachecca")

Un piccolo post scriptum: anche noi, come gran parte degli aspiranti medici non conosciamo gli ingredienti della "grattachecca" di quel chiosco di Roma. Conosciamo però quelli del disastro italiano: sette parti di furfanteria, due di pressappochismo, una di ignoranza totale; agitare bene e bere di un fiato. Ecco l'Italia di oggi.

AZ

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net