Politica/ E noi che avevamo dubitato... (il Cancelliere ci aveva preso)

senza_speranzaPer l'ennesima volta dobbiamo fare ammenda.

Ci riferiamo al nostro Cancelliere e al suo articolo del 20 agosto intitolato "Una modesta proposta...". In quella sede aveva paradossalmente ipotizzato un futuro dove, con la scusa della lotta all'evasione fiscale, ciascun cittadino potesse denunciare anonimamente il vicino (o chiunque gli piacesse), alle agenzie fiscali, ricevendone in cambio una parte del patrimonio del denunciato. Pensavamo, come altre volte, che per accentuare l'assurdità della situazione italiana, il Cancelliere esagerasse.

Niente affatto! Oggi, dai giornali (ad esempio "La Voce" con articolo a firma di Gianfranco Morra), apprendiamo che la proposta è stata fatta davvero! L'ha inserita nel testo lo stesso Tremonti, precisando che il compenso ai delatori dovrebbe essere corrisposto "segretamente". Poi nel testo licenziato dal Senato, questa roba sembra non ci sia. Ma poco importa, la proposta è stata fatta e questo la dice lunga sul livello di degrado a cui siamo arrivati.

Proprio come diceva il Cancelliere nel suo articolo. Morra, nel suo articolato fondo sulla "Voce di Romagna", fa molte interessanti (e sconsolate) considerazioni su questa proposta di premiare economicamente e segretamente la delazione anonima. Non le riportiamo anche perchè meritano di essere lette nella loro integralità e quindi direttamente sul giornale riminese.

Quello che è chiaro ormai, è che questa classe politica odia a tal punto il Paese che per sventura si è trovata a governare, che è disposta a qualunque cosa pur di distruggerlo e ridurlo a un deserto morale e materiale. Come già detto altre volte: italiani... se potete, scappate. (Nella foto: lo stato d'animo degli italiani di fronte al governo che li ama).

La Redazione

Articoli Correlati

   Copyright © Riminipolitica.com - Testata giornalistica - aut. trib. di Rimini n° 12/2007 del 26 aprile 2007
Dati Anteprima.net