logo e-dicol@




  logoFum.Ante! si sta rinnovando su
www.manganews.it
Aggiornate i bookmark e nel frattempo continuate a leggere!
Starship Operators



Da un romanzo di Ryo Mizuno (Lodoss War).
La grande nave "Amaterasu", su cui sono imbarcati i cadetti dell'Accademia della Difesa del pianeta Kibi, sta facendo ritorno al suo sistema dopo un volo di prova. Ma prima che possano sbarcare sul pianeta, i giovani aspiranti ufficiali sono scossi nell'apprendere che il Regno ha dichiarato guerra a Kibi e che il governo ha deciso di arrendersi senza combattere. I cadetti, non ancora soggetti ai codici militari e quindi liberi da vincoli di ubbidienza, decidono di prendere il controllo della "Amaterasu", conducendo una guerra personale contro il Regno. Il primo problema che i cadetti si trovano di fronte è di carattere economico: come raccogliere i fondi necessari a mantenere attiva una nave dalla tecnologia così avanzata come la "Amaterasu"? Un accordo viene stabilito con "Ginga Network", una rete televisiva galattica, che in cambio del denaro necessario manda a bordo una giornalista incaricata di seguire passo per passo le manovre belliche...

L'obiettivo di Starship Operators non è quello di mostrarsi originale a tutti costi, introducendo situazioni inedite o facendo sfoggio di doti tecniche vistose. La forza di questa serie risiede nello sfruttare al meglio elementi già sperimentati da altre opere, dando loro una coerenza interna forte e unendoli in una trama solida e ben congegnata.
Primo esempio, la presenza di protagonisti giovani: idea già abusata in molti altri anime in precedenza, in questo caso è giustificata dall'espediente di popolare la nave con gli aspiranti ufficiali, per definizione di giovane età, dell'Accademia. Il fatto che gran parte di essi sia di sesso femminile è spiegato con le esigenze dello sponsor, che avendo a che fare con il pubblico televisivo preferisce mostrare per quanto possibile delle belle ragazze.
E' proprio la presenza e il ruolo svolto nelle vicende dal canale televisivo il punto di forza più interessante di Starship Operators, permettendo non solo il collegamento a fatti di stretta attualità - il potenziamento dei mezzi di comunicazione, l'ossessione voyeuristica per i reality show - ma arrivando ad un livello più profondo, introducendo una riflessione metanarrativa su diversi aspetti tipici dell'animazione televisiva degli ultimi anni.

 

Sito Ufficiale: http://www.starshipoperators.com/

Animazione: J.C. Staff (Ikkitousen, Azumanga Daioh)
Regia: Takashi Watanabe (Lost Universe, Shin Hokuto no Ken)
Character Design: Fumio Matsumoto (Gad Guard, GTO)
Musiche: Kenji Kawaii (Ghost in the Shell, Jinki:Extend)

© degli aventi diritto
Jacopo
 
Dati Anteprima.net