logo e-dicol@




  logoFum.Ante! si sta rinnovando su
www.manganews.it
Aggiornate i bookmark e nel frattempo continuate a leggere!
Sousei no Aquarion




SOUSEI NO AQUARION
Galleria immagni

Regia:
Shoji Kawamori (Macross, Tenku no Escaflowne)
Regia sigla iniziale:

Hideki Tonokatsu (Silent Mobius, Kosetsu Hyaku Monogatari)
Sceneggiatura:
Hiroshi Ohnogi, Masako Okabe, Natsuko Takahashi, Shoji Kawamori, Yumiko Sugihara
Storyboard:
Eiichi Sato, Eiji Yamanaka, Kazuki Akane, Norio Kashima, Seung Hyun Oh, Shoji Kawamori, Takayuki Tanaka, Tomokazu Tokoro, Yasuhito Kikuchi
Regia degli epidodi:
Masaharu Tomoda (ep. 6), Norio Kashima (ep. 3, 11), Susumu Kudo (ep. 7), Takayuki Tanaka (ep. 4, 8), Tomokazu Tokoro (ep. 1, 13), Yasuhito Kikuchi (ep. 2, 10, 12), Young Chan Kim (ep. 5, 9)
Assistente alla regia:
Tomokazu Tokoro (Macross Zero, Haibane Renmei)
Musiche:
Yoko Kanno (Cowboy Bebop, Turn A Gundam)
Hisaaki Hogari (Gasaraki, Noir)
Direttore delle musiche:
Masao Itou (Cowboy Bebop: Tengoku no Tobira)
Arrangiamento e composizione delle canzoni:
Yoko Kanno (Sigla iniziale & finale)
Testo delle canzoni:
Yuho Iwasato (sigla iniziale)
Gabriela Robin (sigla finale)
Interpreti delle canzoni:
Akino (sigla iniziale)
Yui Makino (sigla finale)
Effetti Sonori:
Shizuo Kurahashi (Full Metal Alchemist, GTO)
Direttore dei suoni:
Masafumi Mima (Millenium Actress, Tokyo Godfathers)
Character Design originale:
Eiji Kaneda
Character Design:
Futoshi Fujikawa (Urusei Yatsura)
Art Director:
Dai Ohta (Macross Zero, Arjuna)
Direttore della fotografia:
Hiroshi Maeda (Heat Guy J)
Design dell'Aquarion:
Shoji Kawamori
Modellazione dell'Aquarion:
Hiroshi Yagishita
Mechanical Design:
Takeshi Takakura (Appleseed, Planetes)
Design concettuale:
Okama (Tow wo Nerae! 2)
Illustrazioni sigla finale:
Eiji Kaneda
Direttore CGI:
Kenichi Kobayashi (Akira)
CGI sigla finale:
Kenichi Kobayashi, Masaya Machida
Sfondi:
Chieko Hanada, Kaoru Abe, Keita Sakai, Ken Arai, Sadayuki Arai, Takashi Shigezawa, Takuji Anai, Tomoko Sawada
Direzione dell'animazione:
Atsushi Irie, Futoshji Fujikawa, Hideki Yamazaki, Hiroyuki Kanbe, Jong Hyun Lee, Moriyasu Taniguchi, Nobuteru Yuki, Ryo Yonemoto, Tatsuo Yanagino, Tomokazu Tokoro, Toshiya Washida, Yuuko Watabe
Direzione dell'animazione CGI:
Eiji Inomoto (Ghost in the Shell: Stand Alone Complex)
Editing:
Yasuaki Takeuchi (Koi Kaze)
Planning:
Atsushi Takeuchi, Hiroki Yoshiki, Katsuji Nagata, Michiaki Sato, Yoichi Harato
Produzione:
Atsushi Iwazaki, Hiroshi Hattori, Jun Satoyoshi, Takao Minegishi, Tsutomu Kasai
Trasmissione televisiva:
TV Tokyo (Argentosoma, Bleach)
Produzione:
Bandai Co. Ltd. (Raxhepon OAV), Hakuhodo DY Media Partners, Media Factory (Raxhepon, Vandread), Project Aquarion, Tohokushinsha Film Corporation (Appleseed, Saikano)
Produzione dell'animazione:
Satelight (Macross Zero, Hellsing)

Anno 0011 dell'Era della Sacra Genesi.

A causa della Grande Catastrofe due terzi della popolazione sono ormai scomparsi. Lo scioglimento dei ghiacci antartici ha causato l'apparizione della perduta Atlantide, scomparsa 12.000 anni prima. La sua improvvisa apparizione ha provocato il risveglio degli Angeli Caduti, una razza di esseri alati, intenzionati a impadronirsi degli esseri umani per sfruttarne l'energia interiore, detta “prana”. L'unica speranza di difesa per l'umanità consiste nell'affidarsi ai “Vector Machines”, potenti armi già utilizzate in passato per combattere gli Angeli. Alla guida di queste macchine possono accedere solo persone dotate del potere detto “Element”, simile e pur diverso per ogni persona. I Vector Machines possono inoltre unirsi, se i loro piloti hanno la capacità di unire corpo, mente e spirito, creando così l'Angelo Meccanico Aquarion.

Una profezia narra che colui che controllerà Aquarion, l'eroe di Atlantide, Taiyou no Tsubasa (Ali del Sole) si risveglierà... è forse Apollo, il giovane protagonista, l'eroe di cui si narra?


Atlantide, reincarnazione, Angeli, giganti meccanici, giovani ragazzi dotati di poteri e molto altro ancora... L'ambizione di Shoji Kawamori non sembra avere limiti e, dopo aver creato o contribuito a creare alcune tra le fondamentali serie animate degli ultimi vent'anni (da Macross a Escaflowne, passando per i contributi a Cowboy Bebop, Patlabor e Eureka 7), egli tenta di unire in una sola linea narrativa e in un solo universo spunti provenienti dalle fonti più diverse. Getter Robot, Ideon, Evangelion, Escaflowne, videogiochi di combattimento e molte altre fonti di ispirazioni sono qui raccolte, rielaborate e trasformate per creare un ibrido che, ben aldilà dal sembrare una banale imitazione o tutt'al più una serie citazionistica, riesce a riproporre in modo originale cliché già sperimentati in passato.
Complice nella buona riuscita dell'esperimento è anche la realizzazione tecnica di elevata qualità – testimoniata anche dal grande numero di risorse, sia in termini economici che per numero di collaboratori, messa in campo – che unisce l'animazione tradizionale, ben esemplificata dai numerosi sfondi dipinti a mano, alla computer grafica impiegata per rappresentare i mezzi meccanici e per gli effetti speciali.

Una serie di sicuro interesse, sempre che si accettino le premesse su cui si basa, dall'ibridazione CG/animazione tradizionale al richiamo ad elementi apparentemente scontati.

Sito ufficiale: http://www.aquarion.info
Sito ufficiale So-Net: http://www.so-net.ne.jp/aquarion
Sito ufficiale Tv Tokyo: http://www.tv-tokyo.co.jp/anime/aquarion

 

VUOI ROVINARE IL FINALE DI QUESTA SERIE AI TUOI AMICI? LEGGI QUI!!!

Infine ogni mistero è rivelato.
Apollonius era in principio l'amante di Toma. Dopo il suo tradimento e l'unione con Celiane, Apollonius ritornò ad Atlantide per distruggerla nella sua nuova forma: Aquarion, ovvero le Ali del Sole. Inoltre, a causa del suo peccato l'anima di Celiane si divise in due: la metà brillante si reincarnò in Silvia, la metà oscura nel fratello Sirius.

Svelata la verità, Toma tenta di uccidere Silvia, ma Sirius lo impedisce. Tornato a lottare insieme ad Apollo, Sirius offre la sua spada per sconfiggere Toma nello scontro finale. L'Albero della Vita è distrutto, condannando così anche l'umanità: l'Albero poggia infatti le proprie radici nel nucleo stesso della Terra, la sua distruzione significa la distruzione del pianeta. L'unica speranza è costituita dalla forma completa dell'Aquarion, che può essere raggiunta solo se un angelo si mette alla sua guida. Toma si impadronisce di un Vector e lo scontro con Apollo e Sirius si rinnova. Infine, è la decisione di Silvia a risolvere tutto. Facendo emergere la luce dalle tenebre e donandola ai tre combattenti, Silvia permette loro di giungere alla decisione finale: Apollo, Sirius e Toma si uniscono. L'unione di uomini e angeli porta all'avvento della Nuova Sacra Genesi. La terra rinasce di nuovo!

EPISODI

1 Tenshi no kioku
Ricordi di un Angelo
04 – 04 – 2005

?? (Tenshi) in questo caso significa letteralmente “ali celesti”, ma è tradotto come “Angelo” a causa del gioco di parole (intenzionale) con ?? (tenshi), angelo.
2 Yami no kemono
La bestia dell'oscurità
11 – 04 – 2005
3 Element School
Element School
18 – 04 – 2005
4 Hadashi no senshi
Guerrieri a piedi nudi
25 – 04 – 2005
5 Chika meikyuu no ou
Il re del labirinto sotterraneo
02 – 05 – 2005
6 Omoi kanata e
Dall'altro lato del cuore
09 – 05 – 2005
7 Shinku no bara no kishi
Il cavaliere della rosa scarlatta
16 – 05 – 2005
8 Hajimete no gattai
La prima unione
23 – 05 – 2005
9 Yume no kayohiji
La ruota dei sogni
30 – 05 – 2005
10 Sora ni hoshi, chi ni hana
Stelle nel cielo, fiori sulla terra
06 – 06 – 2005
11 Suitei no shiawase
Felicità sul fondo del mare
13 – 06 – 2005
12 Kohaku no toki
Il tempo dell'ambra
20 – 06 – 2005
   
   

LE SIGLE

Sousei no Aquarion
Prima sigla iniziale
[Episodi 02-17]

Testo: Yoko Kanno
Musica: Yuho Iwasato
Interpretata da: Akino (Bless4)

Sekai no hajimari no hi
Inochi no ki no shita de
Kujira-tachi no koe no tooi zankyou
Futari de kiita
Nakushita mono subete
Aishita mono subete
Kono te ni dakishimete
Ima wa doko wo samayoi iku no
Kotae no hisomu kohaku no taiyou
Deawanakereba
Satsuriku no tenshi de irareta
Fushinaru matataki motsu tamashii
Kizutsukanaide
Boku no Hane
Kono kimochi shiru tame umarete kita

Ichimannen to nisennen mae kara aishiteru
Hassennen sugita koro kara motto koishikunatta
Ichioku to nisennen ato mo aishiteru
Kimi wo shitta sono hi kara boku no jigoku ni ongaku wa taenai
Sekai ga owaru mae ni
Inochi ga owaru mae ni
Nemuru nageki hodoite
Kimi no kaori dakishimetai yo
Mimisumaseta wadatsumi no kioku
Shitsui ni no mare tachi tsukusu uruwashiki tsuki
Yomigaere
Towa ni karenu hikari
Yogosarenai de
Kimi no yume
Inori
Yadoshinagara umaretekita
Ichimannen to nisennen mae kara aishiteru
Hassennen sugita koro kara motto koishikunatta
Ichioku to nisennen ato mo aishiteru
Kimi wo shitta sono hi kara boku no jigoku ni ongaku wa taenai
Kimi ga kurikaeshi otona ni natte
Nandomo nandomo tooku he itte
Mimamoru boku ga nemurenai boku ga kushya kushya ni natta to shitemo
Kimi no na wo utau tame ni...
Ichimannen to nisennen mae kara aishiteru
Hassennen sugita koro kara motto koishikunatta
Ichioku to nisennen ato mo aishiteru
Kimi wo shitta sono hi kara
Ichimannen to nisennen mae kara aishiteru
Hassennen sugita koro kara motto koishikunatta
Ichioku to nisennen tatte mo aishiteru
Kimi wo shitta sono hi kara boku no jigoku ni ongaku wa taenai


Go Tight!
Seconda sigla iniziale
[Episodi 18-25]

Testo: Yuko Iwasato
Musica: Yoko Kanno
Cantata da: Akino (Bless4)


Go Tight! Shoutai fumei no showtime!

Gyakkou no furu okade ai no kigen wo toite
Kimi to boku no tame nara, Shake it down, Shake it down!
Sennen no kodoku wo koete meguriaeta
Tsuyayaka na manazashi ni Shake it down, shake it down!

Tsunagatte itai!

Nante sawagashii kimochi nandarou
Awadatsu umi no naka kara umareta enaji

Kimi to Go Tight! Shoutai fumei no showtime!

Nakitai zettai yume janai ai no shissou
Koko ni aru no wa kokoro dake
Negai hatenaki black hole
Mirai made hitotsu ni naritai


Omna Magni
Prima sigla finale
[Episodi 02-13, 15-17, 19-24]

Testo: Gabriela Robin
Musica: Yoko Kanno
Cantata da: Yui Makino

Halta de manna cinca de manna horahoraho
Horto prier blos d'ita
Omna magni
Crietros strientropo horahoraho
Altinigue ortono floen d'ermenita
Aiho detarmeno hiha
Miha trava lafladitu
Aiho detarmeno hiha
Plient plient plientu hora
Halta de manna cinca de manna
horahoraho
Horto prier blos d'ita
Omna magni
Halta de manna cinca de manna
Cripar intari
Aquarion Aquarion


Arano no Heath
Sigla finale
[Episodio 14]

Testo: Gabriela Robin
Musica: Yoko Kanno
Cantata da: Akino (Bless4)

Deaeta kiseki ni mou ikiga tomarisoudayo
Naniwo miteiruno?
Dokomademo sunda hitomide
Futaridake ga sawareru sekaide kitto
Subetega ima hajimarukara

Kimi ni autameni umaretato tsutaeteinda
soya na kaze mo mune sasu shisen mo zenbu
hirihiri suru koeni narunosa

Zutto sobani
Kimi wo aishiteru
Nigori no nai sukitte kimochiwa
furikaeru mononante nai,
futarikiri mirai sae toberunda.


Celiane

Sigla finale
[Episodio 25]

Testo: Gabriela Robin
Musica: Yoko Kanno
Cantata da: Gabriela Robin

Cla nut par te yeh
si du cadi
oda liktilah
edih ma nah

Eslaye far te yeh
ua funkuh
ide lakuloh me torto

falen
cloe di
kal ti as
la fano

fo foik
tlo ih
caiedun flo foli

sore muagun
da li pardius
es det par lah di su
kalo farci en colah
toujour

© degli aventi diritto
Jacopo
 
Dati Anteprima.net