Itinerari : iI Fiume Bacchiglione a Tencarola di Selvazzano Dentro

cartina

Come arrivarci : Da Padova, strada statale n. 250 per Abano Terme. Arrivati a Tencarola si supera il ponte sul fiume Bacchiglione e si svolta a sinistra cercando un posto dove lasciare l'auto (attenzione perché la strada è stretta). La zona di pesca si riconosce dal fatto che il fiume fa una curva molto marcata e si raggiunge attraversando il basso argine a piedi. L'uscita autostradale più vicina è quella di Padova sud.

Descrizione del luogo : Il Bacchiglione è un ampio fiume di risorgiva, ricco di vegetazione sommersa. E' uno dei più importanti corsi d'acqua del Veneto, non tanto per lunghezza e portata d'acqua, quanto per pescosità. Le sue acque, sono famose soprattutto per i lucci e, in misura minore, per persici trota. Il tratto che scorre a Tencarola dista pochissimi chilometri da Padova ed è la meta di tanti pescatori della città veneta. Il Bacchiglione a Tencarola forma una curva molto ampia dove vi sono diverse posizioni per pescare a spinning. La profondità è attorno ai 4-5 m., il sottosponda ricco di erbe acquatiche, il fondale sgombro da ostacoli e l'acqua, soprattutto in inverno, è molto trasparente. Ovunque si pesca a piede asciutto nelle piazzole ricavate da pescatori tra i cespugli e la vegetazione della riva.

Pesci presenti : Gli esocidi ( i lucci ) non sono grossi (media 2-3 kg.), ma discretamente presenti. Si catturano anche black bass, qualche cavedano e, a seconda delle annate, si può trovare anche qualche persico reale.

Artificiali consigliati : L'esca più interessante è il rotante da 12-15 gr., seguito dagli ondulanti (15-20 gr.) e dai minnow. Qualche risultato interessante è stato segnalato anche con i pescetti vinilici.

Permessi : Licenza di pesca.

 

Dati Anteprima.net