Itinerari : Il Ticino a Bereguardo

cartinaCome arrivarci : dall'autostrada A7 Milano-Genova uscire al casello di Bereguardo-Pavia . Dirigesi verso Bereguardo. Appena entrati nella cittadina ( in prossimita' di una curva ), svoltare a sinistra seguendo le indicazioni per Garlasco ( ponte di barche ) e proseguite. Un po' prima di arrivare al ponte di barche che attravesa il Ticino, si oltrepassa una lanca spesso e volentieri chiusa alla pesca perche' zona di ripopolamento ( in caso fosse possibile pescare ... approfittatene subito !!!! ). Parcheggiare nella zona non e' un problema tranne alla domenica nel periodo "estivo" perche' letteralmente preso d'assalto da turisti assetati di sole e aria buona! Scendendo lungo il fiume, prima del ponte di barche, ad una distanza intorno ai 500-800 mt. si trova un ramo morto del Ticino. Oltre il ponte subito sulla sinistra inizia un sentiero che costeggia la riva del fiume. Percorrendolo, dopo circa una ventina di minuti ( dipende dal passo che avete ) arriverete in prossimita' del ponte dell'autostrada. Qui sulla destra, ben nascosta dalla vegetazione troverete una lanca non molto grossa con delle rogge che l'alimentano.

ATTENZIONE : ci e' stato segnalato che le lanche che si scavalcano con ponti transitando da Bereguardo al ponte di barche omonimo non sono zone di ripopolamento, bensì riserve di pesca de "La Zelata", riservate ai soci della stessa. Inoltre Ia lanca immediatamente prima del ponte dell'autostrada MI-GE, è la "Lanca del Moriano", anch'essa riserva di pesca, fruibile dai soli proprietari.
L'errore, di cui ci scusiamo, e' dovuto al fatto che non ci sono cartelli visibili che segnalano cio'.

Viceversa, nella zona vi sono alcune lanche (FIPS) molto belle anche se ormai non più ricchissime di pesci (cormorani, siluri, bracconieri ecc.) da spinning.

Lanca dei Roverini: proveniendo da Bereguardo attraversare il ponte di barche e parcheggiare la vettura. Seguire per un centinaio di metri la strada asfaltata fino alla prima curva: da lì parte una strada sterrata che si dirige verso una cascina. Seguire la strada, che poi è la strada arginale, per 500 metri fino all'idrometro (sx). Dall'idrometro, per uno sviluppo di circa 2 Km, si diparte la lanca dei Roverini , che sbocca nel fiume 500 mt a valle del ponte dell'autostrada MI-GE.

Sempre all'idrometro, sulla destra della strada, c'è un'altra lanca, poco accessibile ma a suo tempo ricca di Bass.

Da non sottovautare e' l'imbarcadero. Non sono inusuali catturare di lucci, anche discreti, nella zona in cui sono ormeggiate le barche.

Descrizione del luogo : le lanche ed il ramo morto presentano, chi piu' chi meno, le classiche caratteristiche da manuale : canneti, erbe, rami, piante etc. Il Ticino ha tratti alterni di fondo sassoso, alternati verso il ponte autostradale, da tratti a fondo sabbioso. Sul lato destro ( guardando verso valle ) e' presente una lunga prismata. L'intesita' della corrente varia a seconda della portata d'acqua, che e' di ottima qualita'. Non per niente il Ticino si e' guadagnato l'appellativo di "fiume azzurro"!

Pesci presenti : trote ( a seconda del periodo ), black-bass, lucci, persici reali e cavedani. Per chi non pesca a spinning savette, barbi, carpe, tinche, pighi e minutaglia.

Permessi : Licenza di pesca e FIPS.

 

 

Dati Anteprima.net