Itinerari : La "Fornace" di Bellaria - Igea Marina

cartinaCome arrivarci : dalla superstrada che da Rimini porta verso Cesenatico uscite a Bellaria-Igea Marina. All'incrocio seguente girate a sinistra in direzione Bellaria. Dopo qualche centinaio di metri troverete sulla sinistra una strada che oltrepassa la superstrada: imboccatela. Arriverete ad un grosso svincolo girate a sinistra ed imboccate la strada a sinistra che vedrete di fronte a voi a poche decine di metri da dove avete girato. Seguendo tale strada dopo avre effettuato una curva a destra vi troverete paralleli alla superstrada in direzione contraria. Oltrepassati i caseggiati situati sulla vostra destra parcheggiate. Lungo la recinzione spinata che vedrete ci sono due aperture. Dalle stesse partono dei sentieri che vi porteranno sulle sponde del lago.

Descrizione del luogo : di forma rettangolare con sponde non proprio facilmente accessibili completamente. Abbastanza profondo, raggiunge oltre i 10 metri di profondita'. Presenta per meta' del suo perimetro rami e piante immerse in acqua. E' questa la zona in cui cercare i predatori. Per niente facile sia lanciare che recuperare il pesce, in quanto, una volta allamato si infila tra i rami ed anche un Black Bass di pochi etti fa sudare le "classiche 7 camicie" per estrarlo dall'acqua. Difficolta' in piu' il livello dell'acqua e' piu' basso rispetto alla sponda di circa 1 metro a seconda del punto in cui vi trovate. Necessari fili robusti con alti carichi di tenuta. A volte si vedono Black Bass da infarto ( superiori ai 2 chili ) girare in gruppo il che fa supporre che c'e' roba ancora molto ma molto piu' grossa. Non sempre si riesce a pescare a vista perche' il pesce si nasconde tra i rami degli alberi immersi.

Pesci presenti : Black Bass, Lucci e Cavedani. Raggiungo tutti taglie notevoli ( se si ha la fortuna di catturarli ). Per chi non pesca a Spinning le immancabili carpe , carassi e rara minutaglia. La vita e' dura per i pesci piccoli !

Permessi : e' un lago situato in una zona di campi agricoli privati ed e' di proprieta dei possessori degli stessi: generalmente i proprietari chiudono un occhio sui pescatori che lo frequentano. Non prendetevela quindi se verrete invitati ad andarvene se nei campi circostanti stanno lavorando. In teoria non serve la licenza di pesca, ma e' sempre meglio averla a scanso di equivoci.

 

Dati Anteprima.net