logo e-dicol@

Il "Ghiottone Viaggiatore" si e' stato spostato al seguente indirizzo www.michelemarziani.org
Si prega gentilmente di aggiornare i bookmark. Grazie

Pensieri sul vino

Verdicchio Classico Superiore dei Castelli di Jesi Riserva '97 Villa Bucci

Da bere assolutamente non ghiacciato, ma appena fresco di cantina (offre il meglio di se' con le ostriche e i frutti di mare crudi), ecco uno dei pochi bianchi italiani nati per durare, per vivere almeno dieci anni. E' uno dei grando bianchi italiani purtroppo non ancora famoso quanto merita. Oddio di fama ne ha, ma e' fama letteraria: "Ancora un paio di tiri della sigaretta e sarebbe rientrata per parlare con Carl e avrebbe finito per aprire il verdicchio Villa Bucci, l'ultima bottiglia tenuta con tanta cura". "Nightfall", dove si parla del Villa Bucci, e' un best seller dello scrittore americano John Farris, mitico autore horror purtroppo poco tradotto (e poco noto...) in Italia. Prodotto in piccole quantita' solo nelle annate speciali (e il 1997 e' specialissima) il Villa Bucci e' un bianco che ha la struttura di un rosso e per questo evolve e migliora nel tempo. A partire dai 12 - 18 mesi passati in grandi botti di Slavonia di oltre 50 anni. Non per prendere i sapori di legno (ormai esauriti), ma per favorire la micro ossigenazione del vino. Dal colore paglierino carico e consistente, al naso porta fiori, erbe campestri, burro fresco, frutta polposa, nocciola e leggera vaniglia, mentre in bocca e' piacevolmente caldo e avvolgente.

Home page Pensieri sul vino Taccuino dei Sapori Ricette Luoghi del Cibo
Appunti di Viaggio Indirizzi Golosi Torna ad E-dicol@

© Anteprima.net
Dati Anteprima.net