logo e-dicol@

Il "Ghiottone Viaggiatore" si e' stato spostato al seguente indirizzo www.michelemarziani.org
Si prega gentilmente di aggiornare i bookmark. Grazie

Ricette

GRIGLIATE ESTIVE

Cosa c'e' di piu' piacevole nelle sere d'estate di una grigliata di pesce in compagnia?

Cosa c'è di più piacevole nelle sere d'estate di una grigliata di pesce in compagnia? Magari accompagnata da fresche bruschette al pomodoro e verdure grigliate?
Una "brutta" abitudine (diffusa soprattutto sulla costa romagnola) è quella di impanare il pesce destinato ad essere cotto sul barbecue, qualcuno suggerisce con lo scopo oltre che di renderlo più saporito di non farlo attaccare in fase di cottura. In parte è vero, ma è altrettanto vero che spesso a rimetterci è l'autentico sapore di mare e che il pangrattato non è certo la cosa più leggera del mondo. Il caldo impone cotture più naturali, più adatte alla stagione. Proviamo allora a grigliare il pesce semplicemente, dopo averlo lasciato per una buona mezz'ora a marinare per insaporirsi.
Di marinate da pesce ne esistono a migliaia. Tra le più semplici vogliamo consigliarne una classica e una agli aromi. Per la prima il pesce si lascia a bagno in olio extravergine d'oliva, aglio tagliato a pezzetti, prezzemolo, succo di limone, sale e peperoncino.
Nel secondo caso invece gli ingredienti sono: olio extravergine, un po' d'aceto, due foglie d'alloro, bacche di ginepro (senza esagerare), sale e pepe.
Per la scelta del pesce non c'è che da guardare nelle pescherie, ma se volete fare una grigliata di grande effetto scegliete sogliole, San Pietro, coda di rospo, grossi scampi da lasciare interi (se li trovate piccoli prendete le code e fatene degli spiedini) e mazzancolle. La coda di rospo va messa in cottura per prima, seguono in ordine di cottura il San Pietro, le sogliole, gli scampi e le mazzancolle.
Come contorno invece della solita insalata grigliate un po' di verdure miste: zucchine e melanzane tagliate a fettine non troppo sottili e leggermente incise prima della cottura, peperoni a striscie, cipolle tagliate a metà, cappelle di funghi (se vi orientate su quelli coltivati preferite i grossi champignon ai pleurotus che, poco cotti, possono risultare di difficile digestione). Durante la cottura spennellate le verdure con un po' d'olio.
Insieme servite anche qualche bruschetta al pomodoro: pane abbrustolito e strofinato con l'aglio, pomodori a pezzetti, basilico fresco e olio crudo (in questo caso l'ideale è un saporito extravergine toscano).

Home page Pensieri sul vino Taccuino dei Sapori Ricette Luoghi del Cibo
Appunti di Viaggio Indirizzi Golosi Torna ad E-dicol@

© Anteprima.net
Dati Anteprima.net