Tecnica, tattica & C.

Esercizi per la trappola - la tecnica

di Lilly Rossetti

Quante volte ci siamo disperati alla vista di una trappola in cui la palla viaggia avanti e indietro, si fanno errori stupidi e all'improvviso un out sicuro diventa un punto, se non di piu'. Sembra cosi' facile, eppure... Cosa manca dunque? Con il tempo ho trovato che sia per le cosiddette abilita' "semplici" sia per quelle difficili la cosa piu' importante e' trovare un modo per costruire una progressione e con cio' arrivare passo per passo all'automatizzazione del gesto. Da dove cominciamo? Primo: Regole di base Secondo: Tecnica fondamentale Terzo: Tempismo e decisioni.


Regole di base

Con cio' non intendiamo il regolamento di gioco , bensi' le "nostre" regole, le nostre linee-guida per l'esecuzione di questa importante giocata. Ecco dunque le "regole d'oro":

- la trappola ha per obiettivo quello di arrivare ad un out.

- L'out viene cercato sulla base piu' indietro. Se qualcosa dovesse andare storto, avremmo almeno il male minore, e cioe' il corridore salvo sulla base che aveva gia' conquistato.

- I difensori si posizionano su una linea parallela al corridore: e' fondamentale non tirare la palla sopra la testa del corridore.

- La palla viene tenuta sempre alta e visibile: cio' mette il corridore sotto pressione ma soprattutto aiuta i compagni difensori a vedere bene la palla.

- Non vogliamo finte di tiro, perche' ingannano piu' i compagni in difesa che il corridore.

- La corsa del corridore deve diventare sempre piu' corta: i difensori si muovono verso il corridore e distanti dalla base.

- Il tempismo tra tiro - presa e toccata deve essere perfetto.

Tecnica fondamentale

Elementi fondamentali nella trappola:

- tiro: corto, compatto, dritto. Non c'e' bisogno di caricamento del braccio, solo un movimento della mano e dell'avambraccio con una buona azione di polso controllata (come nel tiro a "freccette")

- la corsa: tiriamo correndo e proseguiamo poi la corsa sulla base avanti seguendo la palla

- la toccata: con due mani, morbida ma decisa, come quella di un "torero" con il toro nella corrida.

- il movimento verso la toccata: il giocatore che effettua la toccata non puo' aspettare la palla senza muoversi: cio' significherebbe che il corridore ha troppo spazio e puo' continuare a "ballare" tra i due difensori e con cio' sperare di approfittare di eventuali errori.

Tempismo e decisioni

Il tempismo e' un punto chiave dell'intera abilita' e puo' determinare fortemente il risultato dell'azione. La palla viene chiamata o attirata verso di se' con un gesto convenzionale, quando il corridore e' a circa due metri di distanza. La cosa piu' importante pero' e' il movimento del giocatore che effettua la toccata che si sposta in avanti "nella toccata" e con cio' non lascia la corridore la possibilita' di cambiare direzione.

Esercizio preparatorié: Gruppi di 4 giocatori - due file da due una di fronte all'altra ( secondo questo schema: X X - X X). I giocatori cominciano con la progressione seguente:

#1 corsa leggera - palla tenuta alta - a due metri di distanza la palla viene passata da sopra al compagno (senza caricamento). Il giocatore si posiziona poi dietro l'altro nella fila opposta a quella di partenza. Attenzione ai tiri precisi, sicuri ma non affrettati, all'altezza della spalla.

#2 corsa leggera - palla alta - il ricevente chiama la palla ORA! e chi tira la passa con un rapido tiro da sopra (poche ripetizioni)

#3 corsa leggera - palla alta - il ricevente chiama la palla e SI MUOVE verso la pres

#4 come #3 + toccata simulata del corridore su un lato ("tecnica del torero")

Esercizio preparatorio: Gruppi da 4 giocatori, uno e' corridore (usare caschetto), gli altri sono in due da un lato e uno dall'altro (secondo questo schema: X X L X). Usare palle Incrediballs. Tecnica:

#1 il primo tiro e' un tiro sicuro sulla base successiva. Viene effettuato abbastanza presto, 3 o 4 metri di distanza e senza panico.

#2 il secondo tiro e' il tiro per l'eliminazione: il ricevente aspetta fino a che il corridore non gli sia a due/tre metri di distanza, chiama la palla e si muove in avanti per la toccata. Attenzione al tempismo e alla posizione dei giocatori (su una linea parallela al corridore, non dietro!)

Situazioni di gioco

La trappola puo' nascere anche da un pick-off o da un tiro successivo ad una battuta valida sul quale un corridore puo' aver preso troppo terreno ed aver corso troppo oltre la base. Possibili situazioni:

# 1 Pick-off in 1B: (C) - 2B - SS - 1B

# 2 Pick-off in 2B: (C) - 2B - 3B - SS

# 3 Pick-off in 3B: (C) - SS - C - 3B

# 4 Pick-off in 2B da OF: (OF) - 2B - 3B - SS

# 5 Pick-off in 3B da OF: (OF) - 3B - C - SS

Lilly Rossetti

Inizio Indice Tecnica, tattica & C.

Indietro

 

Dati Anteprima.net