Tecnica, tattica & C.

Riscaldare i muscoli e rinfrescare la tecnica

Lo scopo principale del riscaldamento pre-partita e' scaldare i muscoli per evitare problemi durante il gioco. Il baseball e' uno sport che alterna scatti brucianti a pause fisiche ricche di emotivita' per i giocatori. Un mix che porta a uno stress nervoso considerevole che influisce anche sulla muscolatura, alimentando la continua tensione di muscoli legamenti e tendini. Parlare dunque di come si svolge un corretto riscaldamento pre-partita, significa aiutare i giocatori a tutelare il proprio "strumento di lavoro", ovvero il proprio corpo, preservandolo da crampi, indurimenti e strappi.

Ma il riscaldamento non va fatto solo in quest'ottica. Occorre che soprattutto i giovani e gli amatori ne approfittino per curare quelle parti tecniche dei lanci e delle posizioni (di rilancio, di raccolta della palla), che solo durante il riscaldamento possono essere provate. Vediamo, allora, cosa si puo' fare, cominciando a parlare del riscaldamento degli interni.

Per gli interni, e' sconsigliabile iniziare subito con lanci lunghi. Per questo sarebbe bene cominciare con i giocatori posti a circa cinque metri l'uno dall'altro, i quali si lanciano delle palle corte in modo che, chi riceve, debba fare un paio di passi incontro alla palla. Questo permette di scaldare braccia e gambe nello stesso momento e di esercitarsi su una corretta ricezione bassa. In un secondo momento allontanate gli interni di altri 3-4 metri e fateli tirare sopra la testa del compagno. Questo costringera' chi deve ricevere la pallina a spostarsi all'indietro di due o tre passi, simulando cosi' delle prese alte e relativo rilancio. Dopo questo esercizio, fate scambiare agli interni delle palle molto veloci, lanciate pero' in scioltezza e non cercando la potenza. Questo favorira' la velocita' d'esecuzione sia di mani che di piedi.

Solo a questo punto fate allontanare i giocatori per esercitarli sui lanci lunghi e potenti e sulle rimbalzanti: il braccio sara' pronto.

Anche con gli esterni si puo' iniziare posizionando i giocatori a circa cinque metri l'uno dall'altro, iniziando con lanci che tentino di scavalcare il compagno. Questo esercizio consentira' ai giocatori di provare la propria tecnica di presa facendo qualche passo indietro (senza correre o forzare, dato che siamo all'inizio del riscaldamento), nonche' la tecnica dei piedi nella corsa all'indietro, importantissima per questi giocatori.

Fate poi allontanare gradatamente gli esterni e fateli continuare a tirare per una ventina di minuti in totale, preoccupandovi di far loro osservare una buona posizione di ricezione ed il saltello in avanti quando sono in fase di rilancio.

Il lavoro che attende al riscaldamento dei ricevitori e' da svolgersi con molta attenzione: il ruolo richiede particolare attenzione dato che sollecita fortemente ginocchia e muscolatura delle gambe. Anche i ricevitori si sistemano a circa cinque metri di distanza e chi deve ricevere la palla si mette in posizione di ricezione. Tirandosi la palla, dovranno sempre passare dalla posizione accucciata a quella in piedi (naturalmente senza spingere troppo). Dopo questo approccio, i ricevitori si scambieranno la palla con passaggi veloci, cominciando ad usare gradatamente la potenza. Dopo questo lavoro saranno pronti per il tiro dalla distanza dalla posizione di ricezione.

E finiamo con i lanciatori. Il palleggio di riscaldamento, effettuato un po' al rallentatore, serve ai pitcher per controllare il rilascio della palla e dunque il controllo su di questa, passando anche attraverso tutta l'esecuzione della meccanica di lancio, dal caricamento in poi. I lanciatori passeranno poi a tirare dei cambi di velocita' per poi finire con lanci veloci dalla distanza che servono a rinforzare il braccio.

Cosa ne pensate di questo articolo? Avreste cose da aggiungere o annotazioni da fare? Usate il Forum di Baseball News: e' a vostra completa disposizione.

Inizio Indice Tecnica, tattica & C.

Indietro

 

Dati Anteprima.net