Tecnica, tattica & C.

13 ottobre 2005 - Abbiate fiducia nel vostro allenamento

di Chuck Watters

Indipendentemente da quanto la vostra mente sa a proposito del lancio... e' il vostro corpo che deve imparare l’abilita'. La vostra mente da' ordini, ma il vostro corpo tira la palla. La vostra mente e il vostro corpo si parlano, usando brevi segnali, codici e / o comandi immagazzinati nella memoria. La vostra mente dirige il vostro corpo per svolgere gli esercizi o le routine di allenamento. L’allenamento vi ha aiutato a sviluppare dei fondamentali molto solidi. Abbiate fiducia nel vostro allenamento.
Per imparare il movimento di lancio dovete essere consapevoli di cio' che il corpo in questo momento sta facendo. E’ chiamata anche awareness o metodo di apprendimento naturale. La vostra concentrazione deve essere sul presente, non sul passato o nel futuro. Se tirate quello che pensate sia un brutto lancio dimenticatelo. Velocemente. Dite ai piedi cosa fare...prima di entrare in pedana. Potete tornare e tirare uno strike. Il corretto movimento dei piedi resolve la maggior parte dei problemi. Fidatevi del vostro allenamento.
Un problema fondamentale quando si impara a lanciare e' la paura. La paura di fare un errore vi portera' a farlo veramente. Perche'? Perche' l’errore si verifica nella vostra mente prima che nel corpo. La paura vi andare in affanno con la respirazione e rende le mani fredde e sudate. Il corpo inizia a sudare e perdete fiducia. La mancanza di fiducia in se stesso distrugge un lanciatore piu' rapidamente che qualsiasi altra cosa. Gli errori sono parte del processo di apprendimento. Considerate gli errori come opportunita' per migliorare piuttosto che come ostacoli sul vostro cammino. Il lanciatore preparato fisicamente e mentalmente avra' successo. Fidatevi del vostro allenamento.
La mente e il corpo devono essere sintonizzati sulla stessa cosa nello stesso tempo. Non aiuta la vostra mente sapere le cose se il corpo non ha esercitato a sufficienza i movimenti. La vostra mente non si fidera' a meno che non abbiate "programmato" correttamente il vostro corpo. La vostra mente interferisce e si sovrappone al vostro programma con il suo. Non pensate ai fondamentali del lancio quando siete in pedana. Entrate in pedana e lanciate. Fidatevi del vostro allenamento.
Gli esercizi o le routine del polso, delle oscillazioni del braccio, delle rotazioni, spinta delle gambe, movimento iniziale ecc... sono cio' che un lanciatore fa realmente in partita. E’ cio' per cui esistono gli esercizi. Alcuni lanciatori non amano gli esercizi di routine. Pensano che gli esercizi siano noiosi e puo' essere anche vero. Tuttavia, lo stesso lanciatore non sapra' risolvere un problema quando si presenta. Lanciare tanto per tirare non e' un modo molto produttivo di allenarsi. Lavorate sui vostri esercizi e poi... fidatevi del vostro allenamento.
C’e' un esercizio o routine per ogni fase del movimento di lancio. Ecco come insegnate al corpo a lanciare. Qualunque cosa accade quando lanciate e' cio' che avete o non avete insegnato a fare al vostro corpo. Non serve tirare 500 palle al giorno se non lo fate correttamente. L’allenamento rende consistenti ma non sempre perfetti. Potete prendere una brutta abitudine in una sessione di allenamento e impiegare mesi a correggerla. Allenatevi con ripetizioni corrette, poi... fidatevi del vostro allenamento.
I lanciatori che hanno problemi normalmente non spendono tempo a sufficienza con gli esercizi o con la meccanica del movimento. In un allenamento di un’ora utilizzano dai 5 ai 10 minuti su un esercizio o sulla routine. Spendono invece 50-55 minuti tirando la palla e chiedendosi perche' il lancio non va come vorrebbero. Si sforzano di piu' ed e' solo peggio. Si arrabbiano e si deprimono. E’la mente che si arrabbia o si deprime. Il corpo non si deprime mai, ne' si arrabbia ne' sente emozioni. Il corpo fa semplicemente quello che la mente gli dice di fare – qualunque cosa sia. La vostra mente ama sentirsi responsabile di tutto cio' che funziona. Accusa invece il corpo quando le cose non funzionano. Il corpo non si lamenta – a meno che senta dolore. Dovete allenare la mente e il corpo correttamente, poi... fidatevi del vostro allenamento.
Quando una parte del corpo da' dolore, specialmente la parte superiore del corpo, solitamente e' perche' la parte inferiore del corpo non sta lavorando correttamente. Il vostro allenamento deve far lavorare la parte superiore ed inferiore del corpo come una unita'. Troppa tensione nella parte superiore del corpo ha come effetto un lavoro contro la parte inferiore.
Il movimento di lancio piu' sciolto e' uno sforzo coordinato tra la parte inferiore e quella superiore del corpo. Se le gambe lavorano avrete una possibilita' maggiore di successo. Dominate il lavoro dei piedi (equilibrio), poi... fidatevi del vostro allenamento.
Quasi tutti i lanciatori hanno visto un video con i fondamentali del movimento. Molti di questi lanciatori guardano il video una volta come passatempo. Non lo utilizzano come un grande strumento per imparare il movimento di lancio – cosi' faranno molta fatica. Essi guardano solo la persona che lancia oppure dove va la palla. Devono guardare il movimento della parte inferiore del corpo del lanciatore, specialmente i piedi e le ginocchia. I problemi che la maggior parte dei lanciatori hanno sono quelli che si sono creati da soli. Faranno si' esercizi per le braccia, polso, movimenti di mezza rotazione del braccio e rotazione completa. Essi li fanno con le gambe rigide. Invece devono fare qualcosa per la parte inferiore del corpo, specialmente per la spinta delle gambe e per l’equilibrio ecc. Fidatevi del vostro allenamento.

Ecco alcuni suggerimenti per esercizi o routine

1. Se non avete molta velocita' – lavorate sulla frustata del polso. Fate girare la palla molto rapidamente, ogni volta che la mano passa il lato posteriore del ginocchio del vostro lato di tiro. Non avrete una forte frustata del polso a meno che non la alleniate. La palla avra' sempre la velocita' dell’ultima parte del corpo che tocca... la mano o la punta delle dita. Una flessione del gomito non e' una frustata di polso. La mano di lancio dovrebbe essere velocissima al rilascio.
Nota : Quando eseguiamo la frustata del polso questo e' il primo esercizio o la prima parte dell’esercizio. Quando lanciamo e' l’ultima parte del lancio. Fate l’esercizio con l’ordine capovolto, cosi' potete allenare ogni parte.

2. Se non avete molta potenza – allenate la spinta delle gambe esplodendo dalla pedana dopo che le ginocchia si piegano. Spingete verso il basso e in avanti. Spingere solo in basso provoca lo stiramento delle gambe e l’irrigidimento del corpo. La vostra potenza andra' in alto, in aria, ma non in avanti verso il bersaglio. Una potente esplosione dalla pedana dopo la flessione delle ginocchia risolve molti problemi.

3. Se vi sentite senza equilibrio – iniziate il vostro primo movimento con le ginocchia leggermente flesse. Puo' suonare buffo ma non potete spostare il corpo in qualsiasi direzione senza piegare le ginocchia. Lanciare deriva da una particolare azione del corpo e dal lanciare una palla con un movimento circolare. Le ginocchia flesse creano scioltezza ed aiutano a mantenere maggior controllo del corpo. Se il vostro corpo e' in equilibrio, tutto funzionera'. Se siete fuori equilibrio, non funzionera' molto. Il controllo del corpo e' la prima priorita'. Quasi tutti i problemi di lancio sono legati all’equilibrio o alla sequenza dei movimenti.

4. Se avete problemi a far lavorare insieme la parte inferiore e superiore del corpo – avete un problema di sincronizzazione. Allenate una sequenza di movimento iniziale. La sequenza puo' essere come questa : passo con il movimento a salire della palla, spinta delle gambe o esplosione con il movimento a scendere della palla. Sembra semplice ma e' di importanza vitale per il primo movimento o per una partenza corretta. E’ importante perche' la prima cosa che perdete quando spingete di piu' lanciando e' la sincronizzazione dei movimenti. Di solito succede perche' le mani sono troppo veloci o i piedi sono troppo lenti. Lasciate lavorare le ginocchia e i piedi , specialmente il piede e la gamba di perno. Il piede di perno gira, il ginocchio si piega e la gamba spinge.

Nota per gli allenatori: I suggerimenti Nr. 1 e 2 riguardano la velocita' e la potenza. Ogni lanciatore vuole avere velocita' e potenza. La velocita' viene da una frustata di polso veloce. La potenza viene dal terreno/pedana con un piede di perno esplosivo. Considerate questa domanda: cosa fa andare veloce la palla? Risposta: La mano veloce del lanciatore. Domanda: Cosa fa andare veloce la mano? Risposta: Il piede di perno veloce del lanciatore.

Test: Con la circonduzione del braccio a velocita' relativamente bassa e la palla nel movimento discendente del braccio, muovete velocemente il piede di perno. Senza neppure provare anche la palla aumenta velocita'. Anche la palla rallentera' se muovete il piede di perno lentamente quando la palla e' nella fase discendente del cerchio. Il vostro piede – nel punto piu' basso del vostro corpo – puo' far muovere la mano – all’altra estremita' del corpo – piu' velocemente o piu' lentamente.

5. Se la palla non va dove volete che vada – tenete il gomito del vostro lato di tiro vicino al corpo. Quando il gomito del lato di tiro sta vicino al corpo, il palmo della mano di solito sara' orientate al bersaglio quando viene lasciata la palla. Inoltre, se il vostro giro del braccio inizia con il palmo rivolto verso l’alto anziche' il dorso della mano puo' far si' che il braccio esca dalla traiettoria del bersaglio. Tenete il braccio di lancio sciolto ed il gomito vicino al corpo. Pensate al braccio come ad uno spaghetto cotto.

6. Se avete paura di colpire un battitore succedera' davvero. Allenatevi a lanciare a un bersaglio di qualsiasi natura: un bidone alto, un quadrato sulla recinzione, attraverso un copertone , o a qualcuno che si presti a stare li – se riuscite a trovarlo ! Sul serio, allenatevi a tirare ad un bersaglio, poi tirate al catcher. Quando riuscite a restare nei pressi del bersaglio la maggior parte delle volte potrete tirare strike la maggior parte delle volte. Di solito la palla va dove il petto ( ombelico ) e' rivolto. Comunque andra' sempre dove punta il palmo della mano quando la palla viene rilasciata. Dovete allenarvi a lanciate a battitori mancini e destri, altrimenti avrete problemi in partita, specialmente con battitori mancini nel box. Lanciate al bersaglio, non al battitore. Il battitore battera' la palla o la manchera'. Non avete alcun controllo sulla palla dopo che lascia la vostra mano.

Nota per gli allenatori: Evitate le parole "fare" e "tentare" come prime parole di un comando o di una istruzione. Spesso i lanciatori sentono la prima parola o le prime due e perdono tutto il resto. Le parole " fare " e " cercare " solitamente significano " rapido " e " veloce " per la mente. Molto spesso il vostro corpo utilizza troppi muscoli della parte superiore del corpo per riuscire o per tentare di farlo. Il corpo si irrigidira', la sincronizzazione dei movimenti andra' perduta e con essa l’equilibrio e la scioltezza. Fidatevi del vostro allenamento. Chuck Watters (tratto da "Fastpitch Delivery" - giugno 2002 e da www.coachlilly.com)

Inizio Indice Tecnica, tattica & C.

Indietro

 

Dati Anteprima.net